CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Attualità

Avellino - Apre la sede di Viale Italia per il Polo enologico: a ottobre si parte con il corso magistrale

Avellino - Apre la sede di Viale Italia per il Polo enologico: a ottobre si parte con il corso magistrale

Il polo enologico di Avellino dal prossimo ottobre sarà fruibile per i nuovi studenti del biennio specialistico in Enologia. Nel pomeriggio la nuova sede di Viale Italia, dopo tanti slittamenti, ha aperto i cancelli per ospitare l'Università del Vino, alla presenza del Rettore dell'Università Federico II Gaetano Manfredi, del presidente della Provincia Domenico Gambacorta e di una delegazione di consiglieri e dirigenti di Palazzo Caracciolo, del presidente del corso di Laurea Luigi Moio e del Prof. Luigi Frusciante. Manca ormai poco alla conclusione dei lavori per la realizzazione delle strutture che ospiteranno gli studenti a partire dal prossimo 1 ottobre. Entro fine mese saranno pronti i laboratori per il corso di Laurea Magistrale, mentre entro maggio saranno realizzate le aule ed il centro di microvinificazione previsti nei locali adiacenti alla struttura di Viale Italia.
Entro il 2019, invece, saranno completati l'ala ovest del campus, l'aula magna e la nuova enoteca provinciale, in modo da poter accogliere anche i 135 allievi del corso di laurea triennale. Nel momento in cui sarà ultimato, il complesso sarà in grado di ospitare circa 200 alunni, di cui almeno 25 extracomunitari.
Si tratta di un progetto di respiro internazionale che innalzerà l'Irpinia a livelli mai sperimentati finora nel campo dell'enologia e della viticoltura e reso possibile grazie ad un importante investimento di ben 8 milioni di euro da parte della Provincia che fin da subito ha creduto in questo progetto.
"Abbiamo creduto per anni, moltissimo, in questo Polo enologico ad Avellino perché rappresenta un’eccellenza per la Campania e per la nostra Università. Grazie ai lavori voluti dall'Ente Provincia, oggi abbiamo tutte le condizioni per far decollare ulteriormente il Polo in una dimensione internazionale", è stato il commento soddisfatto del Rettore Manfredi che riguardo l'avvio delle lezioni ha dichiarato: "Contiamo di partire con il corso Magistrale a fine ottobre, e avere le lezioni entro fine anno".
Soddisfatto anche il Presidente della Provincia Gambacorta, soprattutto per la celerità con la quale sono stati portati avanti i lavori nonostante le tante difficoltà incontrate durante il percorso: "Nonostante gli intoppi burocratici, siamo riusciti a completare la struttura nei tempi previsti. Entro il prossimo anno, l'Università avrà la sede che merita. L'obiettivo è realizzare quanto prima una filiera formazione-lavoro-ricerca".
"Ci fa piacere aver presentato al rettore questi spazi, che saranno destinati al completamento delle attività di formazione dei giovani che verranno da tutta Italia, in un polo con docenti tanto importanti. Spero che entro ottobre si consegnino almeno i primi locali, legati al restauro di questi immobili fatiscenti, che stavano per crollare. Poi ci sarà il nuovo immobile, destinato alle aule e alle attività di consulenza e servizio alle piccole e medie imprese. Questa sarà la frontiera dell’università delle zone interne nella nostra regione", ha concluso Gambacorta.

Condividi: