CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Attualità

Avellino - L'inquinamento non molla: 14esimo sforamento di Pm10

Avellino - L'inquinamento non molla: 14esimo sforamento di Pm10

Non ci sono buone notizie per Avellino e la media Valle del Sabato per quanto riguarda l'inquinamento atmosferico. Tutti speravano che le piogge degli ultimi giorni potessero aiutare a mantenere sotto controllo la concentrazione delle polveri sottili nell'aria, ma così non è stato. Nella giornata di giovedì la centralina dell'Arpac di via Piave ha registrato il 14esimo sforamento di Pm10 dall'inizio dell'anno. Questo significa che ogni 4 giorni ad Avellino e nei Comuni della prima fascia urbana c'è un giorno in cui l'aria è irrespirabile.
Una condizione che fa posizionare il capoluogo irpino addirittura primo nella classifica regionale riguardo all'inquinamento, davanti anche a Caserta e Napoli che hanno fatto registrare 11 sforamenti; mentre Benevento ne ha fatti registrare solo 6 e Salerno addirittura soltanto 1 dall'inizio dell'anno.
Intanto ad Avellino e nei Comuni limitrofi giorni fa è stato deciso di mettere in campo un nuovo piano anti inquinamento che dovrà partire il prossimo 11 marzo con la prima delle quattro domeniche ecologiche pensate per far diminuire la concentrazione delle polveri sottili. Tuttavia, durante l'incontro che ha portato a redigere il nuovo piano era stata palesata anche la possibilità di mettere in atto il blocco del traffico delle auto obsolete per 30 giorni consecutivi, nel caso in cui fosse stata raggiunta la soglia dei 15 sforamenti.
Vista la situazione critica, se le condizioni non miglioreranno repentinamente un altro sforamento potrebbe essere dietro l'angolo. A quel punto ad Avellino e ai paesi che hanno firmato l'accordo per contrastare l'inquinamento dovranno prendere provvedimenti più seri.

Condividi: