CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Attualità

Avellino - Piscina comunale a rischio: sulla struttura pendono 2 milioni di euro di debiti

Avellino - Piscina comunale a rischio: sulla struttura pendono 2 milioni di euro di debiti

La vicenda della Piscina comunale di Avellino sembra ormai essere condannata ad un esito negativo. 
Nella giornata di ieri a Napoli, il comandante dei Vigili Urbani Michele Arvonio, in qualità di responsabile unico del procedimento, ha illustrato la situazione in cui versa la Piscina Comunale, evidenziando le drammatiche condizioni economiche che derivano principalmente da 2 milioni di euro di rate non pagate al Credito sportivo. Una situazione difficile a cui si aggiunge anche la questione dei dipendenti che in un primo momento hanno lavorato a nero e poi sono stati lasciati senza previdenza.
Un problema che aggrava anche la posizione della Polisportiva che da parte sua ha presentato ricorso al Tar contro l'interdittiva antimafia di cui si è discusso nella giornata di ieri, provando a prendere le distanze dal Gruppo Cesaro. Per l'estromissione della "Polisportiva Avellino" si attende solo il parere dell'Autorità Nazionale anticorruzione. Se così fosse e la Polisportiva uscisse di scena, la chiusura della Piscina sarebbe quasi assicurata.
Per evitare tutto ciò, il Comune di Avellino dovrebbe presentare una manifestazione di interesse e attivare un nuovo bando. Un'ipotesi difficile da percorrere se si tiene conto che il gestore che subentrerà dovrà accollarsi i debiti accumulati e dunque il mutuo che, in alternativa, ricadrebbe sul Comune.
Insomma si tratta di una strada poco percorribile viste le condizioni economiche in cui versa lo stesso Palazzo di Città. Intanto si cerca di capire come risolvere la situazione che secondo Arvonio poteva essere gestita diversamente, vista l'importanza del project financing in questione.

Condividi: