CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Attualità

Avellino - Polo enologico: arriva un nuovo ricorso dell'Istituto Agrario

Avellino - Polo enologico: arriva un nuovo ricorso dell'Istituto Agrario

Continua a colpi di ricorsi la tormentata vicenda della realizzazione dell'Università del Vino ad Avellino. L'Istituto Tecnico Agrario "F. De Sanctis" ha presentato ricorso al Tar di Salerno per chiedere la sospensione della delibera del Consiglio comunale di Avellino con la quale si approva la variante urbanistica. Il "De Sanctis" si è opposto a tale provvedimento che permetterebbe alla Provincia di varare il progetto esecutivo e aprire così il cantiere per dare avvio ai lavori di realizzazione del Polo Enologico di Eccellenza che ha come obiettivo la ristrutturazione degli edifici e la costruzione di un centro di micro-vinificazione anche al servizio delle aziende private per rendere l'Irpinia la capitale degli studio sul vino.
Un Polo di eccellenza sul quale la Provincia punta molto come prolungamento e rafforzamento naturale dei corsi della Facoltà di Enologia e Viticoltura dell'ateneo napoletano che si tengono ormai da anni.
Fin dall'inizio, tuttavia, si è instaurata una querelle che appare senza fine tra la Provincia e l'Istituto Agrario cittadino. In effetti il ricorso contro il Comune si aggiunge ad un altro presentato tempo fa contro la Provincia. Un accanimento che deriva dal fatto che il "De Sanctis" ha sempre rivendicato la proprietà dei suoli e delle strutture di Viale Italia in cui dovrebbe nascere l'Università del Vino; mentre la Provincia ha ribadito più volte la titolarità dei luoghi  e la competenza sugli istituti superiori sancita dalla legge.
A causa di questo continuo alterco giudiziario l'ambizioso progetto da 8 milioni di euro risulta bloccato. Si attendono, dunque ulteriori risvolti, con la speranza che siano positivi e si possa dare il via al Polo Enologico.

Condividi: