CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Attualità

Bisaccia attende l'esito del Tar per il Di Guglielmo

Bisaccia attende l'esito del Tar per il Di Guglielmo

Il Di Guglielmo di Bisaccia attende con ansia l'esito della sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale di Salerno, che decreterà la sopravvenza o la definitva chiusura del reparto di psichiatria del plesso bisaccese. Presentato dal singolo reparto, diretto dal primario Antonio Acerra, il ricorso al Tar potrebbe modificare le sorti dell'intero ospedale, e rimettere in discussione la pianificazione sanitaria regionale elaborata dal decreto 49. La sospensione della direttiva emenata dal direttore generale dell'Asl Sergio Florio, da parte del Tribunale di Salerno ha aperto un ampio margine di speranza per i cittadini dell'Irpinia d'Oriente, che considerano l'atto giudiziario, come il primo passo verso "il riconoscimento di diritti inalienabili, come quello alla salute". Il trasferimento coatto dei tre pazienti ricoverati a Bisaccia è già stato messo in discussione con la sospensione della direttiva dell'azienda di Via degli Imbimbo; lo stesso Tribunale, con un provvedimento ad acta, stabiliva che i tre pazienti tasferiti al Landolfi di Solofra dovevanoo ritornare ad occupare il reparto bisaccese, in attesa di sentenza definitiva. I riflettori puntati sul Tar, però, non oscurano il percorso complementare portato avanti dall'amministrazione comunale, guidata da Salvatore Frullone, che ha già avviato una serie di incontri con le amministrazioni del comprensorio altirpino e anche con i vertici regionali. Dall'incontro partenopeo di Frullone con il sub commissario Mario Morlacco, infatti, è emersa una sostanziale disponibilità da parte dei vertici regionali a dialogare, in attesa di conoscere il verdetto del Tribunale Amministrativo.

Condividi: