CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Attualità

Centro per l'Autismo - In vista della fine dei lavori si pensa alle modalità di utilizzo

Centro per l'Autismo - In vista della fine dei lavori si pensa alle modalità di utilizzo

La vicenda del futuro Centro per l'Autismo di Valle va avanti. L'associazione "Cittadinanza Attiva" ha chiesto al Prefetto Maria Tirone chiarimenti sul completamento della struttura, ma soprattutto le prospettive di utilizzo e gestione del Centro che mira a diventare un polo di eccellenza per la cura dei soggetti autistici in tutto il Mezzogiorno. Per tale motivo si sono incontrati in Prefettura l'Asl, il Comune di Avellino, l'Ospedale Moscati e la Regione per fare il punto della situazione e per capire quale sarà il futuro del tanto ateso Centro per l'Autismo.
Intanto a sua volta il Prefetto Tirone ha chiesto all'Asl cosa intende fare del Centro allo scadere dei 5 mesi previsti per il completamento della struttura. La Manager dell'Azienda Sanitaria Locale, Maria Morgante, entro un paio di settimane dovrà dare risposte certe circa le future modalità di uso del Centro.
Da parte sua la Morgante ha evidenziato la priorità per Centro per l'Autismo di Sant'Angelo dei Lombardi, poi si potrà pensare a quello di Valle. Una posizione che ha scatenato le critiche di tutti coloro che da anni attendono che la struttura di Valle venga attivata.
Nonostante ciò, una buona notizia è arrivata dal Sindaco Paolo Foti che ha fatto sapere che ci sono tempi e risorse economiche a disposizione anche per l'acquisizione del suolo sul quale sorge l'edificio e che da anni rappresenta il pomo della discordia tra il Comune e l'imprenditore italoamericano Pasquale Pescatore e anche la causa dei tanti ritardi nell'attivazione della struttura.
Il Sindaco Foti, tuttavia, è stato chiaro: entro 5 mesi i lavori saranno completati, dunque urge cominciare a pensare cosa bisognerà fare con questo Centro.
L'obiettivo, ovviamente, resta quello di evitare che diventi l'ennesima opera abbandonata.

Condividi: