CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Attualità

Elezioni - Entro il 24 agosto dovranno dimettersi i sindaci che puntano al Parlamento

Elezioni - Entro il 24 agosto dovranno dimettersi i sindaci che puntano al Parlamento

Entro la fine di agosto i sindaci campani dei comuni con più di 20mila abitanti sono chiamati a prendere un’importante scelta, candidarsi o meno per la carica di parlamentare; una decisione che tuttavia presuppone le dimissioni dalla propria carica di sindaco.
Stando alla situazione attuale le elezioni si terranno a febbraio 2018 e per legge i sindaci che vogliono candidarsi a parlamentare devono dimettersi sei mesi prima, esattamente entro il prossimo 24 agosto.
Poco più di due settimane per i sindaci per prendere una decisione importante: dimettersi e candidarsi a parlamentare oppure rimanere al proprio posto.
Fatto sta che mai come ora, tuttavia, la situazione appare alquanto incerta soprattutto perché non è chiaro con quale legge elettorale si andrà a votare al Parlamento e dunque non si è in grado di capire quali sarebbero le possibilità di vittoria. Una condizione che sta generando non pochi dubbi nei sindaci campani.
In Irpinia è il momento delle riflessioni per Paolo Foti, sindaco di Avellino, mentre e' in pole per una candidatura Domenico Gambacorta sindaco di Ariano e presidente della Provincia. Anche per Pasquale Giuditta sindaco di Summonte sembrerebbe aprirsi la strada per Roma.
Una scelta importante, ma dall'esito alquanto incerto che ha gettato i sindaci nel dubbio: lasciare un porto sicuro come quello dell'amministrazione e tentare la via parlamentare, oppure rimanere in Comune e concludere il mandato?

Condividi: