CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Attualità

Festa Provinciale dell'Unita' a Castelvetere sul Calore

Festa Provinciale dell'Unita' a Castelvetere sul Calore

Da domani e fino a sabato 29 nello scenario suggestivo dell’albergo diffuso del Borgo di Castelvetere sul Calore, il Pd provinciale metterà in campo una serie di incontri, dibattiti, confronti e tavoli tematici, nell’ambito della Festa Provinciale de L’Unità. 

 

“il titolo della festa è eloquente “Ricomincio da Tre. Lavoro, Europa, Partecipazione”. L’intento” specificano in una nota i componenti della segreteria provinciale “è quello di rimettere al centro i contenuti e di abbandonare la logica delle polemiche tutte interne che rischia di ridurre, a livello locale come a livello nazionale, il partito alla marginalità. Siamo convinti che tornare a discutere di temi concreti, rimetterci all’ascolto delle nostre comunità sia il primo passo per poter ricostruire un percorso politico serio. Il Primo giorno della Festa sarà dedicato al lavoro e infatti dopo l’inaugurazione con i saluti del Sindaco di Castelvetere sul Calore Giovanni Remigio Romano, del Segretario Provinciale PD Giuseppe Di Guglielmo e della segretaria regionale Assunta Tartaglione, alla 18 si insedierà un tavolo tematico dal titolo “Ritorniamo nei luoghi del lavoro” al quale parteciperanno Piero De Luca, Deputato PD, segreteria regionale, Giuseppe Di Guglielmo, Segretario PD Avellino, Crescenzo Fabrizio, Dipartimento lavoro PD Avellino, Luca Cafasso, Circolo Pratola Serra,  Maria Renna, Circolo PD Prata Principato Ultra, Nicolino del Sordo, Circolo PD Flumeri, Federazioni dei Sindacati Metalmeccanici, Rappresentanti sindacali di base di Flumeri e Pratola Serra. Il tavolo discuterà dei cambiamenti epocali che Il mondo del lavoro sta vivendo, dall’innovazione tecnologica che sta mutando i processi produttivi e quindi i rapporti sociali, ai nuovi sistemi di vendita e di condivisione della gig economy. Al centro ci sarà l’idea di rendere il Pd un partito utile capace davvero di tornare in connessione con il mondo reale. Sul tavolo naturalmente si poserà l’attenzione sul settore automotive che vede nelle crisi di FCA di Pratola Serra e di Iia di Flumeri un passaggio cruciale per il futuro dello sviluppo irpino. 

 

Alle 19:30 con l’incontro dal titolo “LAVORO: LA CAMPANIA TRA VERTENZE E OPPORTUNITÀ” con gli interventi dei segretari di Cgil, Cisl e Uil, Franco Fiordellisi, Mario Melchionna e Luigi Simeone si discuterà delle tante vertenze regionali. Concludere saranno l’onorevole Chiara Gribaudo, Deputata, membro della Commissione Lavoro e Responsabile Lavoro e della Segreteria Nazionale del PD e Sonia Palmeri, Assessore Regionale al Lavoro e risorse umane che si concentreranno sulle politiche attive per il lavoro, in un tempo nel quale le roboanti promesse elettorali di chi oggi governa si scontrano con la realtà dei fatti. 

Alle 21 i Sonora Jazz Quartet si esibiranno in un concerto e sarà possibile cenare con prodotti tipici irpini agli stand gastronomici organizzati per l’occasione. 

 

Il secondo giorno sarà dedicato all’Europa.

Dalle 18 ci saranno i tavoli tematici e alle 20 gli eurodeputati Pina Picierno e Giosi Ferrandino, con l’onorevole Umberto Del Basso De Caro saranno impegnati in un dibattito dal titolo “Europa chiama Irpinia. Occasioni e opportunità di un sogno ancora valido” moderato dal giornalista Enzo Di Micco.

 

Il terzo giorno invece sarà tutto incentrato sul tema della partecipazione a partire dalle 10:30 con l’assemblea degli amministratori locali del Pd “Alternative Locali”, per riscoprire il valore del buongoverno contro i populismi. Saranno presenti sindaci e consiglieri comunali irpini, che avranno l’opportunità di confrontarsi e di discutere delle loro esperienze con la Presidente del Consiglio Regionale Rosetta D’Amelio, il capogruppo Pd alla Regione Campania Mario Casillo e gli europarlamentari Andrea Cozzolino e Nicola Caputo.

Alle 12 inizierà la chiusura che prevede un momento di ascolto dei circoli dal titolo “Da dove ricominciamo. Il Pd sottosopra, silenzio parla il partito”. Con un format innovativo si prova ad invertire la solita modalità e si lascia la parola ai militanti di base e ai segretari di circolo che avranno l’opportunità di confrontarsi e di farsi ascoltare dal Presidente nazionale del Pd Matteo Orfini che concluderà la festa con un dibattito proprio sul senso della partecipazione e su come rimettere in moto il PD, ad intervistarlo il giornalista Lorenzo Calò” Concludono i democratici.

Condividi: