CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Attualità

Il Cipe approva l'elettrificazione della tratta Avellino-Salerno-Benevento

Il Cipe approva l'elettrificazione della tratta Avellino-Salerno-Benevento

L'elettrificazione del tratto ferroviario Salerno-Avellino-Benevento è ormai una certezza. Il Cipe ha approvato l'intervento per l'elettrificazione della tratta in questione, stanziando ben 230 milioni di euro per la sua realizzazione. Per ora sarebbero già pronti 15 milioni per cominciare con le sottostazioni.
Una svolta importante che Avellino attendeva da diverso tempo perché, insieme alla realizzazione dell'Alta Capacità Napoli-Bari, permetterà all'Irpinia di uscire da una situazione di grandissimo disagio dal punto di vista dei trasporti, creando una rete di collegamenti che a sua volta consentirà di connettere anche i mezzi su gomma per una copertura più vasta del territorio.
Con l'elettrificazione, il Comune ne è certo, Avellino ritornerà ad essere il punto di snodo di una rete di collegamenti importante per l'Irpinia.
L'obiettivo rimane quello di far diventare Avellino e di conseguenza Borgo Ferrovia il "fulcro dei traffici" intorno a cui ruotano tutti i comuni dell'Area Vasta, così come spiegato dall'assessore all'Urbanistica e alla Mobilità sostenibile Ugo Tomasone. Insomma servire e collegare tutta l'Area Vasta, così da creare una connessione anche con luoghi strategici come la Città Ospedaliera "Moscati", oppure l'area industriale di Pianodardine, o ancora il raccordo autostradale di Avellino Est e l'Ofantina.
Nuove prospettive di espansione si delineano per Avellino e l'Irpinia e sembrerebbe che il Comune sia assolutamento intenzionato a sfruttare al meglio questa grande occasione.

Condividi: