CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Attualità

Inchiesta Moscati: Caracciolo e Iannace non tornano al Moscati

Inchiesta Moscati: Caracciolo e Iannace non tornano al Moscati

Avellino- Il tribunale del Riesame conferma le accuse a Francesco Caracciolo e Carlo Iannace. I due medici dell’azienda sanitaria Moscati protagonisti dell’operazione Welfare, nonostante le pesanti proteste delle pazienti e le manifestazione in loro favore, non potranno tornare nel reparto di Chirurgia Generale II. Ancora obbligo di dimora fuori da Avellino per i due professionisti accusati di aver spacciato banali operazioni di chirurgia estetica per rimozioni di tumori. Cresce inoltre l’attenzione intorno al caso dopo che i magistrati hanno descritto gli avvenimenti del Moscati come appartenenti ad un vero a proprio sistema consolidato e perpetuato nel tempo, rischio ulteriore è l’inquinamento probatorio poiché come recita la documentazione del riesame “[…]avendo il Dott. Iannace e il prof. Caracciolo, contato sull’aiuto spavaldo del direttore sanitario Castaldo.”

Condividi: