CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Attualità

Pd - Ancora caos e proteste: Roma va verso il no al Congresso irpino

Pd - Ancora caos e proteste: Roma va verso il no al Congresso irpino

Il Pd irpino naviga ormai in alto mare. Di fronte ad un panorama fatto di minacce di ricorsi, polemiche continue, scontri tra le compagini democratiche e irregolarità nelle operazioni di tesseramento, anche il Partito nazionale e il commissario David Ermini si sono arresi.
In base ad indicazioni giunte da Roma nel pomeriggio di ieri il Partito Democratico nazionale e' intenzionato ad andare verso l'unica soluzione attualmente possibile: il Congresso irpino non si svolgerà. Questo vorrebbe dire che, proprio come temuto, David Ermini potrebbe passare da Commissario per il congresso a Commissario politico e guidare il Pd irpino fino alle prossime elezioni politiche.
La conferma riguardo lo svolgimento o meno dell'Assise provinciale si avrà nella giornata di oggi, ma stando alle notizie delle ultime ore è molto probabile che la questione si chiuda con un secco no al Congresso.
Il tutto è partito proprio da una relazione inviata da Ermini ai vertici nazionali nella quale ha messo in evidenza la difficile situazione in cui si muove il Pd avellinese con un tesseramento anomalo, circoli senza sede e scontri continui. Da qui la decisione di mettere fine a questa situazione caotica ed affidare la guida del partito ad Ermini.
Intanto i tempi stringono, entro lunedì prossimo avrebbero dovuto essere presentate le candidature alla segreteria, ma i presupposti per arrivarci non ci sono affatto. Tutto continua ad essere immerso nel caos totale e questo lascia dedurre sempre più quale sarà la decisione di Roma.
Nonostante i tentativi di salvare il salvabile, gli esiti sono stati negativi e quindi nelle prossime ore potrebbe arrivare ufficialmente la nomina di Ermini a commissario politico segnando così definitivamente la sconfitta di un partito che in due anni non è stato capace di nominare un nuovo segretario.

Condividi: