CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Attualità

Polo Enologico: Inammisibile il ricorso del De Sanctis, i lavori possono continuare

Polo Enologico:  Inammisibile il ricorso del De Sanctis, i lavori possono continuare

Continua la battaglia giudiziaria tra la Provincia e l'Istituto Agrario "De Sanctis" sulla realizzazione del Polo Enologico di eccellenza ad Avellino. L'Ente di Palazzo Caracciolo, tuttavia, è riuscito ad ottenere un nuovo risultato positivo in quanto la Quarta Sezione del Tribunale Civile di Napoli ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato dal "De Sanctis" per carenza di giurisdizione e decadenza dell'azione possessoria per tardività.
Già in passato l'Istituto Agrario ha fatto altri ricorsi al Tar e al Consiglio di Stato che hanno causato importanti ritardi nella realizzazione del Polo nell'edificio di Viale Italia, ma con questa nuova decisione si potrà procedere senza ulteriori intoppi.
Il "De Sanctis" nei suoi ricorsi chiedeva l'immediata reintegra nel pieno ed esclusivo possesso dei beni immobili di Viale Italia, nonché la cessazione di ogni forma di turbativa di possesso. Inoltre la scuola puntava anche alla sospensione del provvedimento di aggiudicazione definitiva della gara d'appalto per i lavori di realizzazione del "Polo Enologico della Città di Abellinum e della Bassa Valle del Sabato".
Ora che la Provincia ha incassato un nuovo via libera, i lavori già iniziati potranno continuare spediti. Il programma degli interventi prevede il consolidamento, il miglioramento sismico e la successiva creazione di aule per la didattica dell'immobile che si trova nei pressi del semaforo del prolungamento di Viale Italia.
In tutta si tratta di circa 2mila metri quadrati da rimettere a nuovo con interventi importanti che permetteranno di creari i locali adatti ad accogliere le attività del Polo enologico, per un totale di 8 milioni di euro di investimenti.

Condividi: