CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Attualità

Processo ex - Isochimica - Si cerca una nuova sede: tra i papabili il Teatro Gesualdo

Processo ex - Isochimica - Si cerca una nuova sede: tra i papabili il Teatro Gesualdo

Resta ancora aperta la questione relativa alla ricerca di un luogo adatto dove trasferire il processo dell'Isochimica. Dopo che l'Aula di Giustizia del Tribunale di Avellino è stata considerata dal presidente del Tribunale Vincenzo Beatrice poco sicura e inadatta a contenere le circa 500 presenze previste per il prosieguo del processo sull'ex fabbrica della morte, si cercano nuove soluzioni per ovviare a questo problema.
La questione è stata portata in Prefettura e durante la riunione di ieri è emersa la possibilità di prendere in considerazione il Teatro "Gesualdo" come struttura pubblica, mentre come possibile soluzione privata è stata presa in considerazione l'aula magna della Banca Popolare dell'Emilia Romagna che sembra aver dato una pima disponibilità; mentre è stata scartata la possibilità di svolgere il processo presso il Centro sociale Samantha Della Porta" che ha una capienza di soli 199 posti.
Inizialmente si era ipotizzato il trasferimento del processo presso la sala bunker del Tribunale di Napoli, ma se non si troverà altra soluzione questa sarà l'unica via percorribile. Ciò che è sicuro è che l'udienza del 28 aprile sarà l'ultima a tenersi presso il Tribunale di Avellino, ma dalle prossime il processo avrà una nuova sede che dovrà rispettare determinati parametri: avere una capienza di almeno 500 posti, avere postazioni adeguate per il collegio giudicante, per l'accusa e per la difesa. Inoltre bisognerà trasferire l'impianto di fono trasmissione.
Una cosa è certa: qualsiasi sarà la sede scelta bisognerà avviare una serie di verifiche d'intesa tra i Vigili del Fuoco, il Comune e il Tribunale e solo se tutti i parametri imposti dal presidente del Tribunale saranno rispettati si potrà procedere con il trasferimento.

Condividi: