CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Attualità

Sant'Angelo e Ariano aderiscono al nuovo comitato per la riapertura dei tribunali soppressi

Sant'Angelo e Ariano aderiscono al nuovo comitato per la riapertura dei tribunali soppressi

Irpinia presente nella capitale per portare avanti la propria battaglia per far ritornare i presidi di legalità sul territorio. In seguito alla riforma che portò alla chiusura dei Tribunali di Sant'Angelo dei Lombardi e Ariano, i due comuni irpini non hanno mai smesso di lottare per far riattivare le attività giudiziarie sul territorio.
Per tale motivo nella giornata di ieri, i rappresentanti di Ariano e Sant'Angelo dei L. hanno preso parte, presso la sede del Consiglio Nazionale Forense, alla costituzione del "Comitato di Coordinamento per la difesa della Giustizia di prossimità nel territorio della Repubblica Italiana" che si sta mobilitando per per tentare di riaprire i Tribunali soppressi. All'interno del Comitato il Comune di Ariano è rappresentato dal vicesindaco Giovannantonio Puopolo e Sant'Angelo dei L. rappresentato da Rosanna Repole.
Della delegazioni fanno parte anche il vice presidente del Consiglio comunale di Ariano Giovanni La Vita con gli avvocati Marcello Luparella e Carmine Monaco e l'avvocato Licia Rafaniello per Sant'Angelo dei L.
L'obiettivo del coordinamento è quello di "contrastare con ogni mezzo la riforma geografica giudiziaria derivante dalla legge delega 14 settembre 2011, numero 148, e dal Decreto Legislativo  7 settembre 2012, numero 155", intraprendendo "ogni iniziativa a tutti i livelli per ottenere l'abrogazione e la modifica dei provvedimenti legislativi medesimi, promuovendo a tal fine un sollecito incontro con il Ministro della Giustizia perché sia dato corso, anche mediante atti d'urgenza, alla riapertura dei trenta Tribunali, nessuno esluso".

Condividi: