CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Cronaca

Biglietti Air contraffatti, assolti i due giovani

Biglietti Air contraffatti, assolti i due giovani

Sono stati assolti i due giovani accusati di truffa nei confronti dell’Air autotrasporti. I giovani erano stati accusati di aver contraffato, grazie all’aiuto di sostanze chimiche in primis candeggina, dei biglietti dei pullman. I controlli erano stati fatti partire dall’azienda stessa che aveva addirittura ingaggiato un’agenzia di investigazione privata per accertarsi di alcuni sospetti. Il dubbio su una probabile truffa era venuto ai dirigenti dell’Air in seguito a degli accertamenti in base ai quali, troppo spesso, il numero di passeggeri non corrispondeva a quello dei biglietti venduti causando all’azienda un ingente ammanco economico. Calcolato a 200 mila euro , infatti, il danno arrecato dai truffatori. Specializzati sulla tratta Avellino- Napoli “sbiancavano” i tagliandi e li rivendevano ad un prezzo inferiore rispetto a quello di mercato, 1 euro e 50 centesimi  anzichè 3.20. La denuncia a piede libero in seguito all’operazione denominata “Unico”, era partita per 7 persone delle quali due furono prosciolte, 3 patteggiarono la pena e gli ultimi due andarono a processo. La truffa era piuttosto organizzata. Un gruppo raccoglieva i biglietti, nelle stazioni, nei bagni, per strada, un altro si appostava davanti alle biglietterie intercettando gli acquirenti e proponendo loro i biglietti contraffatti ad un prezzo inferiore asserendo di non poter più effettuare la corsa. Durante i controlli i carabinieri sequestrarono circa 600 biglietti contraffatti e grosse quantità di materiale utilizzato nelle operazioni. Nonostante le premesse i giudici hanno assolto i due fratelli complici del misfatto, dopo circa 8 udienze le tesi degli avvocati hanno di fatto convinto dell’inesistenza della rete truffaldina.

Condividi: