CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Cronaca

Brindisi - Contrabbando di alcol e sigarette e traffico di droga: 9 arresti tra cui un'irpina

Brindisi - Contrabbando di alcol e sigarette e traffico di droga: 9 arresti tra cui un'irpina

La Guardia di Finanza ha portato avanti un'importante operazione nel porto di Brindisi che ha permesso di smascherare un gruppo  di narcotrafficanti e contrabbandieri formato da baresi, brindisini, leccesi e l'irpina Luisa S., 48enne di San Martino Valle Caudina.
I criminali arrivavano carichi di alcolici e sigarette da Olanda, Polonia e Lituania e uscivano dal porto di Brindisi trasformati in lavatrici, motorini, batterie e caricatori di cellulari. In questo modo l'associazione  riusciva a recuperare le somme versate alla dogana comunitaria a garanzia del transito e nello stesso tempo a immettere sul mercato nero migliaia di bottiglie di liquori e tonnellate di tabacchi.
L'operazione della Guardia di Finanza denominata Musa Nera dal nome dell'auto oggetto di intercettazioni e sulla quale è stata trasportata della droga, ha permesso di svelare il sistema truffaldino e di portare in carcere 9 persone, mentre un albanese facente parte del gruppo risulta latitante.
Nel corso dell'operazione sono stati scoperti due gruppi criminali: uno dedito al contrabbando di alcol e tabacchi provenienti dall'estero e l'altro attivo nel traffico di sostanze stupefacenti tra Italia e Albania.
Le Fiamme Gialle, nel corso delle indagini tra agosto e settembre, hanno scoperto che prodotti di scarso valore viaggiavano con l'etichetta di alcol e sigarette con documenti falsi. Così venivano fatti transitare attraverso la Dogana di Brindisi con documentazione falsa che avevano l'obiettivo di svincolare le somme versate al momento dell'ingresso dell'originaria merce sensibile sul territorio comunitario, quale garanzia per i dazi doganali, l'Iva, le accise ed ogni altro onere previsto.
Proprio nel corso di tali indagini è stato scoperto anche l'altro sodalizio criminale dedito al traffico di droga tra Brindisi e l'Albania.

Condividi: