CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Cronaca

Foreign Fighters italiani nel Donbass: tra i fermati anche un irpino

Foreign Fighters italiani nel Donbass: tra i fermati anche un irpino

La Direzione distrettuale antimafia della Procura di Genova ha effettuato un'importante operazione che ha portato all'arresto di tre persone tra le province di Parma, Milano e anche in Irpinia accusati di far parte di un'organizzazione che reclutava mercenari filorussi in Ucraina nella guerra del Donbass. Tra questi anche Antonio Cataldo 34enne originario di Nola, ma residente in Irpinia, a Chiusano San Domenico. Tutti i combattenti risultano essere estremisti di destra.
Altri tre foreign fighters colpiti dall'ordinanza di cattura internazionale, invece, risultano irreperibili. Complessivamente gli indagati sono 15, accusati a vario titolo di reclutamento di mercenari e di combattimento in conflitto armato estero.
L'inchiesta della Procura di Genova e dagli uomini dell'Arma è stata avviata 5 anni fa indagando sull'area degli skinhead in Liguria, nel corso della quale gli inquirenti hanno raccolto testimonianze decisive per provare il pagamento di denaro ai mercenari italiani, alcuni dei quali si erano anche lamentati, secondo le indagini, delle paghe "troppo misere".

Condividi: