CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Cronaca

Sant'Angelo dei L. - Brillante operazione sul racket dell'eolico: 5 persone in manette

Individuati otto autori criminali : uno degli arrestati e' di Trevico, 4 di Orta Nova e 3 indagati tra il foggiano e Alta Irpinia

Sant'Angelo dei L. -  Brillante operazione sul racket dell'eolico: 5 persone in manette

Questa mattina, a Scampitella, Orta Nova (FG) e Pescara, militari della Compagnia Carabinieri di Sant'Angelo dei Lombardi, coadiuvati da quelli di Foggia e Pescara, hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di applicazione della misura cautelare della custodia in carcere nei confronti di 5 persone in ordine ai reati di "concorso in tentata estorsione aggravata, danneggiamento seguito da incendio e danneggiamento". 
L'attivita investigativa, iniziata nel maggio 2017, ha consentito di accertare l'esistenza di un gruppo criminoso che, dopo aver provocato gravi danni alle turbine eoliche, veicolava successivamente richieste estorsive ai vertici dei gestori delle relative società operanti in Alta Irpinia, minacciando ulteriori attentati. 
Tali azioni criminali, compiute dai destinatari del provvedimento, sebbene limitate a un ristretto arco temporale, avevano determinato un elevato allarme sia tra la popolazione che tra le autorità locali, destando notevole preoccupazione anche a livello nazionale, con l'interessamento di organismi di rilievo istituzionale. 
Le indagini sono state sviluppate dai Carabinieri della Compagnia di Sant'Angelo dei Lombardi e sono state condotte con metodi classici di appostamento, osservazione, monitoraggio con telecamere e mezzi tecnici nonché con intercettazioni telefoniche ed ambientali, consentendo di tracciare un filo tra alcuni eventi delittuosi, e permettendo di ricondurre agli indagati la commissione di 2 episodi di danneggiamento, per diverse centinaia di migliaia di euro, avvenuti presso impianti appartenenti alla medesima società ed, in particolare: 
— 30.05.2017, a Bisaccia: danneggiamento ad un trasformatore mediante utilizzo di catena in ferro (con conseguente sospensione del funzionamento dell'impianto eolico);
— 23.08.2017, a Lacedonia: danneggiamento di una pala eolica a mezzo incendio.
Per spiegare i dettagli dell'operazione svolta dal Comando Carabinieri di Sant'Angelo dei L., con la collaborazione delle Stazioni di Bisaccia e Lacedonia, questa mattina si è tenuta una conferenza stampa presso il Comando di Sant'Angelo dei Lombardi a cui hanno preso parte anche il Procuratore della Repubblica di Avellino Rosario Cantelmo, il Comandante dei Carabinieri di Avellino Massimo Cagnazzo e il comandante della Compagnia dei carabinieri di Sant'Angelo dei Lomberdi Ugo Mancini.
L'indagine portata avanti grazie all'utilizzo delle immagini di video sorveglianza del Comune, delle società private vittime degli atti violenti e quelle posizionate sulle autostrade. Inoltre grazie a delle intercettazione i Carabinieri di Sant'Angelo sono riusciti a giungere nel foggiano, rintracciando gli autori di alcune minacce fatte alla società eolica in questione. Un'operazione che ha permesso di individuare 8 autori criminali di cui cinque sono stati fermati e arrestati. Uno degli arrestati, autore dell'atto criminale è di Trevico, insieme ad altri 4 di Orta Nova, mentre gli altri 3 indagati risultano essere originari del foggiano e dell'Alta Irpinia. L'area presa di mira dagli atti violenti è quella tra Bisaccia e Lacedonia e per tale motivo sta diventando sempre più alta l'attenzione su questa parte di territorio in quanto in quanto potrebbe verificarsi l'influenza della malavita foggiana, così come di quella napoletana nel Vallo di Lauro.
Lo stesso Cantelmo ha sottolineato la preoccupazione che hanno destato questi episodi criminali soprattutto per le modalità utilizzate: "Ringrazio il comando dei Carabinieri di Sant'Angelo per l'operazione svolta. Ci ritroviamo di fronte ad episodi preoccupanti che è giusto che la comunità sappia per capire cosa succede. Una violenza preoccupante con persone che nell'ultimo episodio danno fuoco alla struttura eolica incendiando dei copertoni con della benzina. Si tratta di un'organizzazione non occasionale con dispiego di uomini e di mezzi ben pensata. Subiamo molto la presenza della criminalità che viene dal foggiano. Fortunatamente grazie anche alla collaborazione delle parti offese, siamo riusciti a risalire agli autori delle vicende", ha spiegato Cantelmo.
"Quest'operazione è la dimostrazione del fatto che questo territorio è seguito al pari di altri territori da parte della Procura di Avellino. C'è attenzione massima soprattutto su questo settore perché è uno di quelli che ci sta maggiormente preoccupando anche per le modalità di certi atti. C'è una capacità delinquenziale delle persone che svolgono questa attività che lascia stupiti. Agire così in pieno giorno senza nessun tipo di cautela è un'eventualità difficile da trovare", ha aggiunto il Procuratore continuando: "Credo che la forza dell'Arma ci dia un contributo straordinario a noi della Procura, c'è una profonda intesa sotto il profilo operativo. E' importante tuttavia anche riconoscere il contributo fondamentale dei comitati cittadini perché stanno cercando in tutti i modi di fare ciò che facciamo anche noi: mantenere viva l'attenzione su questo territorio in questo momento".
"La zona dell'Alta Irpinia, poiché a confine con il foggiano, subisce l'influenza di un alto tasso delinquenziale di quelle zone. Quindi se da lì decidono di venire ad operare in Irpinia è un motivo in più per stare attenti", ha concluso Cantelmo.
"C'è un'attenzione di massa da parte dell'Arma dei Carabinieri su tutto il territorio, controllando anche il salernitano, foggiano e napoletano che possono avere ingerenze criminali qui. L'operazione che si è appena conclusa, ma che vede ancora delle indagini in corso, è stata portata brillantemente avanti dalla Compagnia di Sant'Angelo dei Lombardi che è riuscita a raccogliere un quadro di indizi che ha permesso di risalire ai responsabili", ha commentato il Comandante Cagnazzo.  Di Imma Finelli -

  • Sant'Angelo dei L. -  Brillante operazione sul racket dell'eolico: 5 persone in manette
  • Sant'Angelo dei L. -  Brillante operazione sul racket dell'eolico: 5 persone in manette
  • Sant'Angelo dei L. -  Brillante operazione sul racket dell'eolico: 5 persone in manette
  • Sant'Angelo dei L. -  Brillante operazione sul racket dell'eolico: 5 persone in manette
  • Sant'Angelo dei L. -  Brillante operazione sul racket dell'eolico: 5 persone in manette
  • Sant'Angelo dei L. -  Brillante operazione sul racket dell'eolico: 5 persone in manette
  • Sant'Angelo dei L. -  Brillante operazione sul racket dell'eolico: 5 persone in manette
  • Sant'Angelo dei L. -  Brillante operazione sul racket dell'eolico: 5 persone in manette
Condividi: