CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Cronaca

Strage del viadotto: arriva la sentenza con otto condanne e sette assoluzioni

Dopo la lettura del dispositivo la rabbia dei parenti delle vittime per l'assoluzione dell'amministratore delegato Autostrade

Strage del viadotto:  arriva la sentenza con otto condanne e sette assoluzioni

Il processo di primo grado  iniziato nel luglio 2015 per  la morte di 40 persone precipitate a bordo di un bus  sull'A16 nel tratto Avellino - Baiano in direzione del capoluogo partenopeo si chiude con otto condanne e sette assoluzioni. Dopo due ore di camera di consiglio, il giudice Luigi Buono ha letto in aula i dispositivi delle sentenze . Aula gremitissima con la presenza dei familiari deile vittime e giornalisti della stampa locale e nazionale. Una seduta che ha visto al termine della lettura delle sentenze l'esplosione della rabbia dei parenti delle vittime dopo la dichiarazione di assoluzione dell'Amministratore delegato di Autostrade, Giovanni Castellucci per il quale erano stati chiesti dieci anni. La pena più alta e' stata comminata a Gennaro Lametta per il quale erano stati chiesti 12 anni confermati in condanna, titolare dell'agenzia Mondo Travel e proprietario del bus che precipito' dal viadotto. Otto anni ad Antonietta Ceriola funzionaria della Motorizzazione Civile di Napoli rea di aver registrato una falsa revisione . Assolto invece il collega della Ceriola,Vittorio Saulino per il quale erano stati chiesti 6 anni e 6 mesi. Il Saulino che era difeso dalla.avv.to Antonio Rauzzino e' riuscito a dimostrare che la firma in calce alla revisione non era la sua. Per Autostrade, condannato a 5 anni e 6 mesi il Direttore di tronco, Paolo Berti per il quale erano stati chiesti 10 anni. Assolto l'ex direttore generale, Riccardo Mollo, per il quale erano stati chiesti 10 anni; assolto il dirigente Michele Maietta chiesti 10 anni; assolto il dirigente Antonio Sorrentino, chiesti 10 anni; assolto il dirigente Marco Perna, chiesti 10 anni; il Dirigente Michele Renzi, chiesti 10 anni, condannato a 5 anni; il Dirigente Nicola Spadavecchia, chiesti 10 anni, condannato a 6 anni; il Dirigente Bruno Gerardi,chiesti 10 anni, condannato a 5 anni; il Dirigente Gianluca De Franceschi, chiesti 10 anni, condannato a 6 anni; il  Dirigente Gianni Marrone, chiesti 10 anni, condannato a 5 anni e 6 mesi,  il Dirigente Massimo Fornaci: chiesti 10 anni, assolto.

Condividi: