CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Cultura ed Eventi

L'Irpinia della povertà e del coraggio rivive al festival "Musicultura" con i Makardìa

Il gruppo irpino conquista il premio "gradimento del pubblico Val Di Chieti"

L'Irpinia della povertà e del coraggio rivive al festival

L'Irpinia e i suoi talenti continuano a sorprendere l'Italia. In particolare durante il primo weekend delle audizioni live del famoso festival "Musicultura" che si tiene ogni anno a Macerata, è stato premiato il gruppo irpino "Makardìa".
Durante lo scorso finesettimana si sono sfidati sul palco del teatro della Filarmonica di Macerata 5 artisti per ogni sera che sono stati ascoltati dalla commissione presidiata dal direttore artistico del festival Piero Cesanelli. In realtà in questo festival anche il pubblico partecipa attivamente alle audizioni esprimendo le proprie preferenze.
Nella serata di sabato è stato premiato con il riconoscimento della giuria "Un  certain regard" per la migliore esibizione della serata il rapper Doro Gjat, nome d'arte di Luca Dorotea di Tolmezzo Udine.
Oltre a lui sono stati i nostri conterranei a guadagnarsi il favore del pubblico con il premio "gradimento del pubblico Val DiChieti".
I Makardìa, che da alcuni anni portano la tradizione musicale e la bellezza delle nostre terre in giro per l'Italia, nascono a Lioni, nel cuore dell'Alta Irpinia. Il nome del gruppo evoca un'espressione dialettale "magari a Dio!". Esso è composto da Filomena D'Andrea (voce, testi e chitarra), Virginio Tenore (percussioni) e Amilcare D'Andrea (chitarra e armonica).
Quelle dei "Makardìa" sono canzoni che raccontano di miseria, rivoluzione e coraggio nel ricercare una vita migliore. I loro pezzi portano con sé un impegno sociale importante per raccontare le nostre terre e i giovani che la abitano, così come spiegato da Filomena D'Andrea.
L'augurio è che sempre più i giovani talentuosi del nostro territorio possano portare in giro per l'Italia e per il mondo la nostra storia e la nostra cultura con grande successo proprio come fanno i "Makardìa".

Condividi: