CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Cultura ed Eventi

Sant'Angelo dei L. - Al Goleto concerto dei "Sonora Junior Sax": una musica che cura l'anima

Sant'Angelo dei L. - Al Goleto concerto dei

Si è tenuto ieri sera, presso l’Abbazia del Goleto, il primo appuntamento della IV Rassegna musicale "Sere d'estate al Goleto" a cura del Rotary Club Sant'Angelo dei Lombardi "Hirpinia Goleto". Quattro appuntamenti dedicati alla cultura e al piacere della musica classica e non solo. 
Ad aprire la rassegna ieri sera l’orchestra campana "Sonora Junior Sax" nata nel 2012 e diretta dal maestro Domenico Luciano. Un ensemble  di oltre 60 giovanissimi sassofonisti dagli 8 ai 18 anni, provenienti da numerosi Comuni della Campania, in prevalenza dalle province di Avellino e Salerno, ma anche da Napoli e Benevento ed accomunati dal desiderio di fare musica e condividerla con il territorio. Con loro anche alcuni tutor che accompagnano i propri allievi in questo viaggio musicale in giro per il mondo.
A fare gli onori di casa la nuova presidente del Rotary Club Hirpinia Goleto, la Dott.ssa Adele Nigro che ha presentato il Rotary Club e il suo impegno sociale : “La nostra è un’associazione internazionale che si occupa di sociale e ha l’obiettivo di aiutare chi ne ha bisogno con i mezzi a disposizione. Siamo quotidianamente impegnati a svolgere progetti umanitari che siano utili e duraturi e siamo felicissimi di ospitare in questo fantastico scenario dell’Abbazia del Goleto la Sonora Junior Sax perché questi giovani campani hanno un vero e proprio talento”.
Alle parole della Nigro si sono aggiunte quelle del sindaco di Sant’Angelo dei L. Rosanna Repole: “Ho avuto già modo di ascoltare questi ragazzi e meritano tutto il nostro plauso e la nostra attenzione per la loro bravura. La loro è una musica di buon auspicio affinché questa nostra estate dedicata alla musica e alla cultura possa essere quanto più proficua”.
È stato lo stesso maestro a presentare i suoi giovani musicisti, spiegando cosa sia la “Sonora Junior Sax” e i suoi successi, anche fuori dall’Italia: “Il repertorio che eseguiremo questa sera è lo stesso del nostro CD che abbiamo presentato al Giffoni Film Festival. La nostra orchestra nasce per caso e nonostante le difficoltà riusciamo a tenerla insieme grazie alla gioia dei ragazzi, per la musica e la gioia di condividere questa passione.  Ciò che ne esce fuori è qualcosa di meraviglioso e spero che questa emozione arrivi anche a voi. Il sassofono è stato sempre associato alla musica jazz, ma con la nostra musica vogliamo dimostrare che si tratta di uno strumento che può partire da note dolci fino ad arrivare a suoni più possenti alla stessa stregua dei violini, degli ottoni, dei fiati e così via”.
“Siamo orgogliosi di dire che la nostra è stata la prima orchestra italiana a vincere Concorso di Vienna. Con il primo premio abbiamo battuto un record”, ha spiegato il Maestro Luciano che ha aggiunto: “Questo luogo è magnifico: le queste note sembrano ricalcare la scia del tempo, sembra che la storia ci attraversi, inoltre vi è un’acustica perfetta. Siamo felici di essere ritornati in un luogo così speciale. Per noi la musica è sempre qualcosa che cura, in particolare che cura l’anima”.
Un’esibizione davvero dinamica quella della Sonora Junior Sax che ha coinvolto e divertito il pubblico presente, giunto in massa per ascoltare i giovani musicisti. Uno spettacolo tutt’altro che monotono che ha visto la commistione di musica e movimento e la perfetta fusione tra il suono dei sassofoni e quello degli altri strumenti, in particolare le percussioni e in un caso addirittura quello della fisarmonica.
L’orchestra ha spaziato dai brani più classici a quelli più popular, trattati sempre con ironia e virtuosismo. Dai pezzi classici come “Nessun Dorma” di Puccini, si è passati a pezzi più recenti come “I migliori anni della nostra vita” di Renato Zero, oppure un mix delle canzoni cantate dai Pooh in occasione dei 50 anni della loro carriera, fino ad arrivare alle colonne sonore dei film, in particolare quella dei Pirati dei Caraibi, molto apprezzata soprattutto dai giovani presenti.
Insomma un vero e proprio viaggio nella storia della musica italiana e internazionale che ha estasiato il pubblico che ad un certo punto è stato coinvolto direttamente nell’esibizione, dovendo aiutare con il battito delle mani a rendere più incalzante il suono delle percussioni.
Un’esibizione unica ed indimenticabile che si è guadagnata più di una standing ovation da parte del pubblico  nel corso della serata.
I prossimi appuntamenti della rassegna saranno il 30 luglio con Jazz Session "The Optimist Quintet", il 5 agosto con il Concerto della Fanfara dei Carabinieri 10° Reggimento Carabinieri Campania e il 12 agosto con il Concerto di Musica sacra "Suoni del Sud: Maria la donna vestita di sole". Tutti con inizio alle ore 21:00 e ingresso libero.   I.F.

  • Sant'Angelo dei L. - Al Goleto concerto dei
  • Sant'Angelo dei L. - Al Goleto concerto dei
  • Sant'Angelo dei L. - Al Goleto concerto dei
  • Sant'Angelo dei L. - Al Goleto concerto dei
  • Sant'Angelo dei L. - Al Goleto concerto dei
  • Sant'Angelo dei L. - Al Goleto concerto dei
  • Sant'Angelo dei L. - Al Goleto concerto dei
  • Sant'Angelo dei L. - Al Goleto concerto dei
  • Sant'Angelo dei L. - Al Goleto concerto dei
  • Sant'Angelo dei L. - Al Goleto concerto dei
  • Sant'Angelo dei L. - Al Goleto concerto dei
  • Sant'Angelo dei L. - Al Goleto concerto dei
Condividi: