CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Eventi

A dieci anni dalla scomparsa, un volume di Festa e Bellizzi per ricordare Don Michele Grella

Dal '59 la parrocchia di San Ciro divenne un laboratorio creativo e di comunità in cammino

A dieci anni dalla scomparsa, un volume di Festa e Bellizzi per ricordare Don Michele Grella

Una grande personalità, un simbolo per Avellino. Un riferimento spirituale  capace  di entrare nello spirito comunitario degli avellinesi con la creazione presso la Parrocchia di San Ciro delle prime comunità ecclesiali con i primi gruppi neucatecumenali. Don Michele Grella  verrà ricordato questa sera alle 18.00 con una celebrazione eucaristica nel decennale della sua scomparsa. Un prete che si e' speso per aiutare gli altri, i più deboli al pari di Don Ferdinando Renzulli: l'idea del servizio agli altri inteso come donazione. E nel pomeriggio, presso la Sala Penta della Biblioteca Provinciale, con la presentazione del volume " Don Michele Grella 10 anni dopo" edizioni Abe curato dal giornalista Gianni Festa e da Gennaro Bellizzi, e' stata  l'occasione per riunire alla presenza di una sala gremita, sacerdoti e testimonianze di rilievo come quella del presidente Ciriaco De Mita. Nel dibattito moderato da Gerardo Salvatore, e' intervenuto il vescovo di Ariano Irpino Don Sergio Melillo, l'attuale successore di San Ciro, Padre Luciano Gubitosa, il vicario Don Enzo De Stefano, Don Franco Ausania e interventi del pubblico. 

E' stato De Mita ad evidenziare come alla " morte di Don Michele mi sono ritirato al mio paese, lui era unitamente a mio padre uno dei riferimenti della mia vita" . L'attuale primo cittadino di Nusco, ha precisato con perfetta umanità come, "la vita al fianco di Don Michele e' stata per me una delle stagioni più belle. Riassumeva pur nelle contraddizioni, la speranza della fede perché aveva un forte senso della carità come credo di avergli trasmesso l'idea di senso civico" . 
Ed oggi, ha aggiunto, " la competizione tra innovatori e' solo sul potere e si e' perso molto della carità e dell'attenzione all'altro. Don Michele, oggi ci avrebbe aiutato molto nel recuperare pensiero e spiritualità , perché solo con il recupero della spiritualità, scopriamo che la vita e' degna di essere vissuta.".
Di grande attualità l'intervento di Don Franco Ausania per " l'attenzione alle novità che riguardavano la complessità spirituale e la capacità di saper rappresentare una Chiesa diversa anche nel mondo laico come ad esempio al liceo scientifico, dove era docente di religione".
Gianni Festa ha ricordato il prete- amico, " capace di intercettare le sollecitazioni del momento storico con la capacità del parroco di San Ciro sempre capace di essere al fianco dei deboli in un tempo in cui il potere era nella mani di una classe dirigente che era oltre, con la quale era possibile il confronto per costruire ponti anche nello scontro tra contestazione e tentativi di restaurazione".
Toccante e di spessore l'intervento di Gennaro Bellizzi che ha evidenziato il "senso della sapienza e della carità. Valori portanti dell'azione quotidiana di Don Michele, che e' stato un vero padre e un testimone di fede in una città che purtroppo ha perso il senso di essere comunità." - di Antonio Porcelli -

  • A dieci anni dalla scomparsa, un volume di Festa e Bellizzi per ricordare Don Michele Grella
  • A dieci anni dalla scomparsa, un volume di Festa e Bellizzi per ricordare Don Michele Grella
  • A dieci anni dalla scomparsa, un volume di Festa e Bellizzi per ricordare Don Michele Grella
  • A dieci anni dalla scomparsa, un volume di Festa e Bellizzi per ricordare Don Michele Grella
Condividi: