CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Dai Comuni

Atripalda - Il Pd continua il tour in Irpinia, ma l'assenza di De Luca frena gli entusiasmi

Atripalda - Il Pd continua il tour in Irpinia, ma l'assenza di De Luca frena gli entusiasmi

Sala gremita, come prevedibile, per l’incontro che si è tenuto questa sera presso l’ex biblioteca comunale di Atripalda che ha visto protagonisti i candidati del Pd. Tanti presenti anche in previsione dell’arrivo del Governatore De Luca che, invece, per sopraggiunti impegni istituzionali non è più riuscito a raggiungere l’Irpinia. Molti forse, soprattutto la stampa, ad iniziare dai giornalisti di Piazza Pulita si aspettavano qualche chiarimento riguardo la questione che coinvolge un diretto familiare, ma a fare un riferimento alla situazione che sta vivendo la Regione ci ha pensato la presidente del Consiglio regionale Rosetta D’Amelio che ha fatto da moderatrice all’incontro: “Abbiamo piena fiducia nella magistratura; se saranno confermate quelle cose le estirperemo dalla Regione. Chi ha sbagliato se ne deve andare”.
Tra il pubblico tanti rappresentanti politici locali, amministratori e consiglieri regionali come Enzo Alaia e Petracca. Presente anche l’ex consigliere Carlo Iannace, l'ex segretario del Pd irpino Carmine De Blasio  la Consigliera di Parità Mimma Lomazzo e tanti primi cittadini.
Al tavolo dei relatori i candidati del Pd: l’On. Luigi Famiglietti candidato al Collegio uninominale al Senato (Avellino-Benevento)e al Collegio proporzionale al Senato (Caserta-Avellino-Benevento), l’On. Umberto Del Basso De Caro capolista al Collegio proporzionale alla Camera (Avellino-Benevento), l’On. Valentina Paris candidata al Collegio proporzionale alla Camera (Avellino-Benevento)e Stefano Graziano che correrà per il Collegio proporzionale al Senato (Caserta-Avellino-Benevento).
Con loro anche l’alleato Angelo D’Agostino candidato al Collegio uninominale alla Camera dei Deputati (Avellino-Bassa Irpinia), l’ex senatore Enzo De Luca e il sindaco di Atripalda Giuseppe Spagnuolo.
“Noi mettiamo in campo l’impegno per il futuro della nazione senza fare promesse irrealizzabili, una scelta di campo importante rispetto ad altre proposte e forze politiche irresponsabili”, ha aperto così il dibattito politico il padrone di casa Spagnuolo, seguito dalle parole della Paris che ha parlato di una legislatura in cui “è tornata la politica che ha scelto, mettendo in campo misure a sostegno della comunità, dei lavoratori e delle imprese. Su queste tre cose i risultati ci sono, ma non si vedono ancora completamente. Noi abbiamo invertito la rotta in questi territori che prima non avevano nulla e dove non arrivava nulla. La politica è una cosa seria che presuppone impegno quotidiano”.
D’Agostino, invece, ha fatto un appello allo “stare insieme per dare un contributo fondamentale al nostro Paese”. 
Stefano Graziano parlando degli avversari politici ha avanzato la propria motivazione per cui votare Pd: “Siamo in un momento particolare e complicato dell’Italia repubblicana, sembra di essere tornati indietro al 48, ma mentre gli altri soffiano sul fuoco della paura, noi alimentiamo e puntiamo sulla speranza”.
Il candidato Famiglietti ancora una volta ha sottolineato tutti gli obiettivi raggiunti dal Pd: “Negli ultimi 5 anni abbiamo fatto tante cose, quindi possiamo andare a testa alta e chiedere il consenso all’Irpinia. Essere di sinistra significa appartenere all’ala riformista che non si limita a denunciare i problemi, ma cerca soluzioni. Dobbiamo essere orgogliosi della nostra coalizione”.
L’appello dell’ex senatore De Luca, invece è stato: “No a trasformismi ed opportunismi , ma sì alla responsabilità. Al di là dei sondaggi possiamo arrivare alla guida del nostro Paese”.
Le conclusioni sono state affidate a Del Basso De Caro che in maniera anche critica ha analizzato la situazione in cui si muovono candidati ed elettori: “In un Paese normale - e noi non lo siamo - la cittadinanza avrebbe apprezzato e premiato un partito come il nostro che ha fatto tanto per l’Italia”, ha spiegato il Sottosegretario, attaccando gli avversari politici: “Coloro che ci accusano dell’inciucio, lo hanno già fatto: Lega e grillini aspettano il 4 marzo notte per praticarlo. È perfino un inciucio coerente perché hanno la stessa matrice politica che ci farà ritornare indietro di 30 anni”. 
“Siamo in un momento di follia collettiva, dunque dobbiamo proporci come una coalizione stabile e non folle che insegue i folli. Bisogna ascoltare tutti e avere la pazienza e la capacità di spiegare chi siamo e che cosa abbiamo fatto. Se poi tutto quello che abbiamo fatto non vale, allora vuol dire che il Paese ha deciso di perdere. Faccio un appello alla ragione, a considerare dove vogliamo portare l’Italia. Questo è un voto prima per l’Italia e poi per il Pd”, ha concluso Del Basso De Caro.
Una serata di transizione verso le politiche del 4 marzo: tanta gente, molti curiosi arrivati nonostante l'inclemenza del tempo dalle zone più interne, ma alla fine e' mancato il protagonista più atteso. La grana ecoballe e il caso Fanpage alimentato da video sempre più imbarazzanti creano allarme nell'opinione pubblica di fede Democratica. E l'assenza del Governatore questa sera, sebbene giustificata da impegni istituzionali, alimenta domande ed interrogativi ai quali occorre dare immediate risposte.

  • Atripalda - Il Pd continua il tour in Irpinia, ma l'assenza di De Luca frena gli entusiasmi
  • Atripalda - Il Pd continua il tour in Irpinia, ma l'assenza di De Luca frena gli entusiasmi
  • Atripalda - Il Pd continua il tour in Irpinia, ma l'assenza di De Luca frena gli entusiasmi
  • Atripalda - Il Pd continua il tour in Irpinia, ma l'assenza di De Luca frena gli entusiasmi
  • Atripalda - Il Pd continua il tour in Irpinia, ma l'assenza di De Luca frena gli entusiasmi
  • Atripalda - Il Pd continua il tour in Irpinia, ma l'assenza di De Luca frena gli entusiasmi
  • Atripalda - Il Pd continua il tour in Irpinia, ma l'assenza di De Luca frena gli entusiasmi
  • Atripalda - Il Pd continua il tour in Irpinia, ma l'assenza di De Luca frena gli entusiasmi
  • Atripalda - Il Pd continua il tour in Irpinia, ma l'assenza di De Luca frena gli entusiasmi
  • Atripalda - Il Pd continua il tour in Irpinia, ma l'assenza di De Luca frena gli entusiasmi
  • Atripalda - Il Pd continua il tour in Irpinia, ma l'assenza di De Luca frena gli entusiasmi
  • Atripalda - Il Pd continua il tour in Irpinia, ma l'assenza di De Luca frena gli entusiasmi
Condividi: