CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Dai Comuni

Avellino - Continua la querelle sulla Dogana: e' scontro sulla transazione

Avellino - Continua la querelle sulla Dogana: e' scontro sulla transazione

La vicenda relativa all'esproprio della Dogana di Avellino continua a suon di ricorsi. In seguito alla presentazione dell'ennesimo ricorso alla Corte di Appello di Napoli da parte della famiglia Sarchiola contro l'indennità stabilita dal Comune di Avellino per espropriare la struttura, l'amministrazione avellinese si è detta pronta a difendere in giudizio la procedura per l'esproprio.
La famiglia Sarchiola si è opposta alla proposta di 630mila euro e di conseguenza l'amministrazione ha dato ufficialmente mandato all'Avvocatura di costituirsi in giudizio.
Secondo i Sarchiola l'indennità di esproprio non sarebbe sufficiente e per tale motivo hanno chiesto alla Corte d'appello di Napoli una nuova perizia, nonostante le dovute verifiche fossero già state portate avanti nei mesi scorsi da tre periti. Di fronte a tale richiesta, il Comune di Avellino, invece, ha spiegato che la cifra risulta congrua alla situazione e per tale motivo ha deciso di opporsi alle argomentazioni avanzate dalla famiglia proprietaria dell'ex Dogana.
C'è da sottolineare, tuttavia, che l'esproprio è già stato fatto lo scorso settembre e dunque rimarrà nelle disponibilità dell'amministrazione comunale, ma potrebbe capitare che il Comune si ritrovi a stanziare nuove risorse per perfezionare l'iter, anche se per quest'ultimo la procedura risulta ssolutamente regolare.
Le prospettive, però, risultano rosee così come spiegato dall'assessore al Contenzioso Anna Carbone che ha fatto sapere che l'Avvocatura sarebbe pronta ad esperire un'azione per il recupero delle spese sostenute dal Comune di circa 250mila euro per lavori in danno, relativi alla messa in sicurezza in somma urgenza avvenuta negli anni scorsi.
Insomma una querelle che si spera possa risolversi nel più breve tempo possibile così da poter avviare fattivamente i lavori di restauro e riqualificazione del prezioso bene cittadino.

Condividi: