CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Dai Comuni

Lioni - Primo bilancio dell'amministrazione Gioino

Lioni - Primo bilancio dell'amministrazione Gioino

Anche quest’anno, come da tradizione, il sindaco di Lioni ha tenuto un discorso in occasione dell’apertura della Fiera di San Bernardino che si svolgerà domani, 20 maggio, giorno dedicato al Santo.
Quest’anno è toccato, per la prima volta, dopo 10 anni di amministrazione Salzarulo, a Yuri Gioino che a quasi un anno dal suo insediamento ha tirato un primo bilancio.
“Siamo passati da un clima di rassegnazione ad un clima di speranza. La speranza che Lioni può tornare ad essere il punto centrale dell’Alta Irpinia dal punto di vista culturale, sociale ed economico”, è questa la frase clou del discorso di Gioino che ha voluto tracciare una linea di divisione con l’operato della passata amministrazione.
Molti i cittadini che sono accorsi per l’occasione che rappresenta l’avvio non solo della Fiera e della Festa di San Bernardino, ma di tutte le feste e le manifestazioni lionesi.
 “Passione ed impegno è ciò che ci ha contraddistinti dall’inizio. Altrimenti non saremmo riusciti a fare in due mesi e mezzo il 40% dei lavori di un intervento di 10 anni, ossia quello di Piazza della Vittoria e sulle aree circostanti il Santuario di San Rocco, in seguito all’ottenimento della variante presentata dalla precedente amministrazione per poter proseguire i lavori”, ha spiegato Gioino che ha poi continuato: “Questa metodologia l’abbiamo usata anche per le altre opere pubbliche come il Foro Boario, la Casa della Salute, i primi insediamenti dei blocchi modulari”.
Il primo cittadino ha battuto molto proprio sulle opere pubbliche, dichiarando: “E’ questa la sfida che ci siamo trovati di fronte: la conclusione delle grandi opere incompiute sulle quali spesso ci sono stati dei contenziosi che abbiamo dovuto prima risolvere per poter programmare in maniera seria gli interventi da fare”.
Secondo le parole di Gioino, l’amministrazione ha perseguito una linea precisa, ossia quella di mettere da parte la stagione delle opere pubbliche e iniziare una stagione di politiche e servizi ai cittadini e alle imprese produttive. Il sindaco non ha fatto mistero del problema principale della comunità lionese e in generale di tutta l’Alta Irpinia, ossia lo spopolamento che “si combatte con il lavoro”. Di qui il riferimento al Progetto Pilota: “Per creare lavoro ci vuole una politica nazionale e regionale che possa favorire lo sviluppo delle zone interne. Noi faremo la nostra parte, l’abbiamo fatta all’interno della Strategia dell’Area Pilota, del cosiddetto Progetto Pilota”
Per tale motivo il primo cittadino ha spiegato che il Comune ha chiesto una struttura a titolo gratuito nel vecchio nucleo industriale Lioni – Sant’Angelo – Nusco per poter installare un incubatore di imprese di secondo livello per i giovani e le start up innovative.
Oltre al lavoro, anche migliore qualità della vita per i cittadini, ad esempio con la realizzazione di un Centro antidiabete di secondo livello che nascerà grazie ad un accordo con l’Asl, la realizzazione di un Centro sportivo polifunzionale presso Serra Cappella. Inoltre potenziamento dell’impianto di videosorveglianza nei vari quartieri. Ci sono in ballo anche progetti per essere pronti ad affrontare i bandi regionali Psr e Fers per il rifacimento delle strade rurali, interventi seri sul dissesto idrogeologico, il Fiume Ofanto.
Di fronte all’emergenza rifiuti che attanaglia l’Irpinia Gioino ha dichiarato: “Viviamo in un paese sostanzialmente pulito, nonostante i problemi dovuti alla chiusura del Forio Boario. Confrontando i dati del primo trimestre 2016 con quello del 2017 è venuto fuori un incremento della raccolta differenziata e questo grazie soprattutto anche ai controlli quotidiani”.
“Abbiamo approvato il primo Bilancio di previsione e il Documento Unico di programmazione, individuando gli obiettivi che vogliamo raggiungere da qui ai prossimi tre anni. Non vi sarà alcun aumento della Tari, né di altre imposte e aliquote comunali”, ha aggiunto Gioino che ha concluso con un buon auspicio: “Dopo tanti anni i capitoli come giovani, donne, pari opportunità, cultura, politiche sociali, scuola hanno risorse. Non accadeva da anni e anni in questa comunità perché noi riteniamo che Lioni può ripartire soltanto attraverso i giovani, la cultura e assistenza agli anziani. Dichiaro aperta la Fiera”. Di Imma Finelli -

  • Lioni - Primo bilancio dell'amministrazione Gioino
  • Lioni - Primo bilancio dell'amministrazione Gioino
  • Lioni - Primo bilancio dell'amministrazione Gioino
  • Lioni - Primo bilancio dell'amministrazione Gioino
  • Lioni - Primo bilancio dell'amministrazione Gioino
  • Lioni - Primo bilancio dell'amministrazione Gioino
Condividi: