CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Dai Comuni

Lioni - "Up to Youth": il percorso di avviamento all'imprenditoria giovanile sbarca in Alta Irpinia

Lioni -

Il 26, 27 e 28 settembre dalle ore 16.00 alle ore 19.00, presso la sede della Pro Loco, Corso Umberto I, a Lioni si terrà il percorso di accompagnamento all'imprenditoria "Up to Youth", completamente gratuito e rivolto ai giovani under 35 che hanno il desiderio di avviare una propria impresa. Il progetto giunto alla terza edizione, è organizzato dall’Associazione MicroLab Onlus grazie al contributo di Citi Foundation, in collaborazione con la Pro Loco di Lioni.
Il percorso prevede tra incontri della durata di tre ore ciascuno, offrendo una panoramica sul mondo imprenditoriale e le nozioni base per aprire una propria impresa. 
Il primo incontro sarà dedicato al tema "Business Model Canvas"; poi nella seconda giornata si parlerà di "Come aprire un impresa", mentre nel terzo ed ultimo incontro intitolato "Parola agli imprenditori" saranno ospiti imprenditori del territorio appartenenti a diversi settori di attività che daranno una propria testimonianza.
I partecipanti agli incontri potranno usufruire dell’assistenza gratuita dei Mentor dell’Associazione MicroLab Onlus, professionisti disponibili a dare un supporto nello sviluppo dell’idea imprenditoriale e nella compilazione del business plan. Gli aspiranti imprenditori potranno usufruire anche di contatti e servizi utili all’interno del network dell’Associazione.
Poiché i posti per gli incontri sono limitati, per partecipare è obbligatoria l'iscrizione attraverso un form spcifico che è possibile trovare al seguente indirizzo https://www.associazionemicrolab.it/up-to-youth-lioni-26-27-28-settembre-2018/.
Per maggiori informazioni è possibile scrivere a: uptoyouth@permicrolab.it  oppure seguire la pagina facebook del progetto.
L'idea di portare questo progetto anche in Alta Irpinia, nasce dal desiderio di Michele Giammarino, ingegnere elettronico e collaboratore dell'Associazione MicroLab Onlus, che negli anni scorsi è stato costretto a lasciare l'Irpinia, in particolare Sant'Angelo dei Lombardi, per studio prima e per lavoro poi, stabilendosi a Torino. "Ho avuto la fortuna di fare molte esperienze e carriera in grandi aziende, prima in Italia e poi in America, stabilendomi infine a Torino, dove ancora vivo. Nei miei lunghi anni trascorsi lontano, - ha dichiarato l'ingegnere - l’Irpinia è sempre rimasta nel mio cuore. Ho deciso quindi di mettere a disposizione dei nuovi giovani irpini le esperienze e conoscenze accumulate negli anni perché soffro vedendo che nonostante gli anni trascorsi, le tante iniziative, ben poco è cambiato per i giovani di questa terra. Eppure io vi posso dire che qualcosa si è mosso, rispetto agli anni in cui sono partito si è capito che il riscatto della nostra terra può e deve avvenire attraverso la valorizzazione del suo patrimonio. L’Alta Irpinia ha le sue eccellenze: enogastronomia, agricoltura eturismo, come confermato dalla formazione del Distretto Turistico Alta Irpinia".
"A Torino collaboro come Mentor Volontario da diversi anni con l’Associazione Microlab Onlus, che si occupa di accompagnare gratuitamente giovani e microimprenditori a sviluppare la propria idea d’impresa. Tante le soddisfazioni di vedere un giovane realizzare i propri sogni, e quindi perché non farlo anche in Irpinia?", ha aggiunto Giammarino, concludendo: "Sono orgoglioso di aver portato in Alta Irpinia per la prima volta questo corso, per aiutare i giovani a vedere le tante possibilità che ci sono, e spero che parteciperanno in molti. Il corso aiuterà a capire come si può trasformare un’idea, un progetto, in un’impresa, quali sono i passaggi da fare e anche come accedere ai necessari finanziamenti. Dopo il corso, chi vorrà portare avanti un progetto d’impresa verrà aiutato e seguito gratuitamente dai Mentor Volontari dell’Associazione nello sviluppare la propria idea. Offriremo anche dati relativi ai possibili tipi di finanziamento esistenti e attivi.
Ciò che i giovani impareranno sarà utile loro sia che decideranno di restare, sia che decideranno di lasciare l’Alta Irpinia".
 

Condividi: