CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Dai Comuni

Nasce la nuova applicazione "My Serino"

Nasce la nuova applicazione

Il Comune di Serino punta sul concetto di smart. Per avvicinarsi alle nuove esigenze quotidiane, per migliorare il servizio comunale, ma soprattutto per poter avere segnalazioni in tempo reale in caso di emergenze. Quest’ultimo aspetto è stato particolarmente curato nella app per smartphone completamente gratuita “My Serino”, scaricabile dagli ‘store’ presenti sugli ultimi cellulari. 
L’applicazione è stata presentata nella biblioteca comunale del comune serinese e agli studenti della scuola media. Fortemente voluta dai Vigili Urbani del comando locale che insieme all'amministrazione hanno portato a termine questo importante obiettivo. L’utente potrà così ricevere notifiche in tempo reale su tutti gli eventi presenti sul territorio, ma anche essere al corrente in tempo reale su eventuali problematiche e comunicazioni urgenti. La sua forza risiede anche nella interattività: ogni utente, infatti, può inviare segnalazioni ai fruitori della applicazione.
Il primo cittadino di Serino Vito Pelosi presenta così la app ai numerosi studenti e cittadini che hanno assistito alla presentazione ufficiale: “Abbiamo sempre detto e dimostrato di essere attenti e vicini alle esigenze del vivere quotidiano. E con questa applicazione per smartphone possiamo dire di aver fatto un importante passo in avanti nel rendere ai cittadini e non solo un servizio innovativo e sicuramente di grande utilità. Abbiamo accolto le novità del mondo web, la consapevolezza che oramai un telefono cellulare è parte integrante e strumento fondamentale della vita di ogni giorno. Uno strumento essenziale, oserei dire, che può servire in ogni momento, per segnalare eventi, disservizi ma soprattutto problematiche. Noi come amministrazione possiamo comunicare in tempo reale così come lo possono fare gli utenti. Ho già ricevuto parole di entusiasmo da parte di molti serinesi e questo ci dimostra che per dare un buon servizio servono anche idee innovative.”

Condividi: