CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Dai Comuni

Nusco - La minoranza consiliare chiede intervento risolutivo del Prefetto per la mancata convocazione consiglio

Nusco - La minoranza consiliare chiede intervento risolutivo del Prefetto per la mancata convocazione consiglio

Siamo oltre la prima settimana di luglio - riferiscono i consiglieri di opposizione   Francesco Biancaniello, Lucio Molinario, Amato Natale e Antonio Della Fortuna - ed ancora non sono state evase le nostre legittime richieste oggetto dei due esposti presentati al Prefetto di Avellino a cui abbiamo, nuovamente, chiesto oggi dopo una prima richiesta del 22/06/2020 non riscontrata, un nuovo incontro denunciando pure che nelle more il Presidente del Consiglio Comunale non ha neppure ancora fissato la data di convocazione del consiglio comunale per la discussione ed approvazione del conto consuntivo 2019 che per Legge doveva essere approvato entro il 30/06/2020.

Tale situazione di estrema criticità che si è determinata a Nusco evidenzia tutta la debolezza ed inadeguatezza dell’attuale maggioranza guidata dal Sindaco De Mita che ad un anno dall’insediamento sta già scontando tutte le scelte inappropriate e sbagliate che sono state fatte riguardo alla attuale mancanza di personale e del segretario comunale nonché riguardo alla mancanza di un programma di mandato a medio e lungo periodo e di un piano socio economico per fronteggiare la crisi conseguente alla emergenza da Covid 19.

Una maggioranza, dunque, debole e confusa che non sa che fare e dove andare che non è in grado neanche di convocare un consiglio comunale!

In un primo momento - aggiunge il capogruppo l’avv. Francesco Biancaniello - sembrava che la mancata convocazione del consiglio comunale fosse il frutto di una strategia amministrativa o a detta di altre voci maliziose a cui non crede un capriccio del Sindaco De Mita finalizzato ad affermare il suo potere ma - prosegue guardando obbiettivamente e pragmaticamente i fatti e la drammatica situazione della macchina amministrativa senza personale e senza un segretario comunale fisso, la realtà che appare è che non si riesca convocare il consiglio comunale perché - cosa di una gravità assoluta - non hanno risorse e strumenti per farlo!

E fa degli esempi provocatori: - se si dovesse votare fra un mese - il Comune di Nusco non avrebbe le risorse umane per costituire il comitato elettorale ancora - se uno dei pochi dipendenti comunali rimasti in servizio volesse andare in ferie, per poterlo fare, dovrebbero chiudere l’ufficio comunale a cui questo impiegato è preposto e potrebbe continuare….aggiungendo - che gli piacerebbe essere smentito ma non crede che quelli della maggioranza possano farlo!

Di conseguenza, per tutto quanto già esposto, illustrato e denunciato anche all’Ill.mo Prefetto di Avellino con gli esposti e richieste del 08/06/2020 e del 22/06/2020 oltre all’odierna, la situazione dell’Ente già critica si è, ulteriormente, aggravata:

a) per evidente compromissione del diritto dei consiglieri comunali ad esercitare con pienezza, tempestività ed efficacia il proprio mandato consiliare;

b) per violazione delle norme del TUEL, dello Statuto e del Regolamento comunale per il funzionamento del Consiglio Comunale, concernenti i diritti e le prerogative dei consiglieri con pregiudizio della preminente attività di conoscenza e funzionalità delle minoranze consiliari e del loro potere di vigilanza e di controllo;

c) per la mancata convocazione dei consigli comunali di cui ai detti esposti del 08/06/2020;

d) per la mancata convocazione del Consiglio Comunale per la discussione ed approvazione entro il 30/06/2020 del Conto Consuntivo 2019.

In tale contesto negativo che sta vivendo il Ns. Comune per tutti i fatti esposti e denunciati i consiglieri di opposizione chiedono ed auspicano un intervento risolutivo da parte del Prefetto di Avellino affinché valuti il comportamento del Sindaco e/o della Giunta Comunale, del Presidente del Consiglio Comunale e di tutti gli altri organi comunali, eventualmente, responsabili delle denunciate omissioni al fine di adottare, con estrema urgenza, tutti i provvedimenti previsti dalla Legge e comunque quelli che riterrà più opportuni per assicurare il regolare funzionamento della macchina amministrativa comunale nonché il rispetto sia dei diritti dei consiglieri comunali sia degli equilibri istituzionali e democratici nel Comune di Nusco.

Dunque non una semplice telefonata ma un intervento risolutivo ed immediato!

Di seguito il testo della nuova richiesta presentata dal Gruppo Consiliare di Minoranza “Ricominciamo da Nusco” al Prefetto di Avellino:

Al Prefetto di Avellino Ill.ma Dott.ssa Paola Spena

Prefettura di Avellino - Corso Vittorio Emanuele n. 4 - 83100

PEC: protocollo.prefav@pec.interno.it


e p.c.  Al Presidente del Consiglio Comunale di Nusco

Al Sindaco di Nusco

Alla Giunta del Comune di Nusco

Al Segretario comunale

PEC: protocollo.nusco@asmepec.it


Oggetto: Nuova richiesta di fissazione di un incontro con l’Ill.mo Prefetto di Avellino riguardo alle perduranti criticità esistenti presso il Comune di Nusco a seguito sia del mancato riscontro da parte dell’Amministrazione comunale di due esposti del 08/06/2020 proposti dal Gruppo Consiliare di minoranza “Ricominciamo da Nusco” sia per la mancata convocazione del Consiglio Comunale per la discussione ed approvazione entro il 30/06/2020 del Conto Consuntivo 2019.

******

Il sottoscritto Avv. Francesco Biancaniello in qualità di capogruppo del Gruppo Consiliare “Ricominciamo da Nusco” con il presente atto,

PREMESSO 

- CHE con PEC del 08/06/2020 sono stati presentati due esposti, qui da intendersi tutti per integralmente riportati e trascritti, indirizzati al Prefetto di Avellino ed agli organi di governo e di gestione del Comune di Nusco, aventi il seguente oggetto:

1) mancata convocazione di consigli comunali da parte del Presidente del Consiglio Comunale di Nusco - Violazione dell’articolo 39, 2 comma del d.lgs. 18 Agosto 2000 numero 267 - TUEL; Violazione dell’art. 23 del Regolamento Comunale. 

2

2) mancata risposta da parte degli organi di governo (Sindaco - Giunta) e di gestione del Comune di Nusco ad interrogazioni ed interpellanze - Violazione dell’articolo 43 del d.lgs. 18 Agosto 2000 numero 267 - TUEL; Violazione dell’Art. 21 dello Statuto comunale; Violazione dell’art. 22 del Regolamento Comunale.


- CHE con ulteriore PEC del 22/06/2020, stante il mancato riscontro di detti esposti del 08/06/2020 e perdurando le denunciate criticità esistenti presso il Comune di Nusco, è stato espressamente e formalmente richiesto un incontro con l’Ill.mo Prefetto di Avellino al fine di meglio illustrare dette gravi problematiche che oggi rendono impossibile il dialogo istituzionale tra maggioranza e minoranza in violazione di norme Costituzionali e di Legge.

- CHE, nelle more, tale situazione di evidente criticità si è, ulteriormente, aggravata stante pure la mancata convocazione del Consiglio Comunale per la discussione ed approvazione entro il 30/06/2020 del Conto Consuntivo 2019.

RILEVATO

- che gli organi di governo e di gestione del Comune di Nusco CONTINUANO a non provvedere a riscontrare nessuna delle questioni di cui ai citati esposti sub 1) e sub 2);

- che comunque la situazione di criticità già denunciata all’Ill.mo Prefetto di Avellino, nelle more, si è aggravata stante la ulteriore mancata convocazione del Consiglio Comunale per la discussione ed approvazione entro il 30/06/2020 del Conto Consuntivo 2019.

CONSIDERATO quindi

- che nonostante tutto quanto già esposto, illustrato e denunciato all’Ill.mo Prefetto di Avellino a far data dal 08/06/2020 e dal 22/06/2020, la situazione dell’Ente già critica si è, ulteriormente, aggravata:

a) per evidente compromissione del diritto dei consiglieri comunali ad esercitare con pienezza, tempestività ed efficacia il proprio mandato consiliare;

b) per violazione delle norme del TUEL, dello Statuto e del Regolamento comunale per il funzionamento del Consiglio Comunale, concernenti i diritti e le prerogative dei consiglieri con pregiudizio della preminente attività di conoscenza e funzionalità delle minoranze consiliari e del loro potere di vigilanza e di controllo;

c) per la mancata convocazione dei consigli comunali di cui ai detti esposti del 08/06/2020;

d) per la mancata convocazione del Consiglio Comunale per la discussione ed approvazione entro il 30/06/2020 del Conto Consuntivo 2019;

Tutto ciò premesso e considerato, 

insistendo nuovamente

nella richiesta all’Ill.mo Prefetto di Avellino di valutare il comportamento del Sindaco e/o della Giunta Comunale, del Presidente del Consiglio Comunale e di tutti gli altri organi comunali, eventualmente, responsabili delle denunciate omissioni al fine di adottare, con estrema urgenza, tutti i provvedimenti previsti dalla Legge e comunque quelli che riterrà più opportuni per assicurare il regolare funzionamento della macchina amministrativa comunale nonché il rispetto sia dei diritti dei consiglieri comunali sia degli equilibri istituzionali e democratici nel Comune di Nusco;

CHIEDE nuovamente

all’Ill.mo Sig. Prefetto di Avellino, in nome e per conto del Gruppo Consiliare di minoranza  “Ricominciamo da Nusco”, un urgente incontro al fine di poter discutere riguardo a tutte le problematiche esistenti, attualmente, presso il Comune di Nusco come innanzi esposte e denunciate.

Con ogni più ampia riserva di azione e tutela anche giurisdizionale dinanzi alle preposte   ulteriori Autorità competenti in materia.

Si CHIEDE espressamente di essere informati sull’esito della presente richiesta.

Con osservanza.

Nusco, 08/07/2020

                                        Il Capogruppo - Gruppo Consiliare “Ricominciamo da Nusco”

                                                                        Avv. Francesco Biancaniello”


Condividi: