CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Dai Comuni

Rotondi - L'architetto Mainolfi risarcito per l'ingiusta detenzione subita

Rotondi - L'architetto Mainolfi risarcito per l'ingiusta detenzione subita

Dopo il riconoscimento della sua innocenza, l'architetto Francesco Mainolfi di Rotondi è riuscito ad ottenere un risarcimento morale dallo Stato. Il professionista era stato ingiustamente accusato di tentata corruzione nell'ambito dell'inchiesta avviata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Salerno che riguardava il Comune di Battipaglia dove Mainolfi lavorava come architetto; si paventavano addirittura rapporti con la criminalità organizzata.
L'8 maggio del 2013 Mainolfi venne condannato agli arresti domiciliari nel pieno della campagna elettorale delle comunali a Rotondi dove era candidato come consigliere.
Di fronte a quella vicenda l'architetto che nel frattempo esplicava la sua attività presso l'Ente Provincia di Avellino,  non si arrese e portò avanti la sua battaglia per dimostrare la sua completa estraneità ai fatti. Dopo la revoca degli  arresti domiciliari inizio' la battaglia nei Tribunali. I giudizi terzi gli diedero tutti ragione, confermando la sua innocenza.
Successivamente il Tribunale di Salerno gli ha dato completamente ragione, stanziando 20mila euro per danni morali e 2300 euro per l'ingiusta detenzione domiciliare di 17 giorni.

Condividi: