CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Enti

Air - Gara per il trasporto pubblico: dalla Germania una proposta di partenariato per partecipare al bando

Air - Gara per il trasporto pubblico: dalla Germania una proposta di partenariato per partecipare al bando

Air chiama e Germania risponde. La ricerca di un partner per l'Air in vista della gara per il trasporto pubblico in Irpinia e Sannio ha valicato i confini nazionali.
L'azienda irpina di trasporti su gomma ha ricevuto le offerte delle società interessate a costituire un'Associazione temporanea di imprese (Ati) per partecipare al bando per i servizi su gomma nel lotto unico delle provincie di Avellino e Benevento che dovrà essere indetto dalla Regione intorno alla metà di dicembre.
Tra i pretendenti che hanno inoltrato la propria manifestazione di interesse ci sono due italiane, ossia Bus Italia Campania già operativa nel salernitano e Sitasud che opera tra Campania e Puglia; ma anche una tedesca: si tratta di Arriva Italia, divisione della holding tedesca Arriva che da circa 15 anni si è insediata nel Nord Italia acquisendo nove società.
L'Air, dunque, potrà scegliere tra tre validi partner per costituire l'Ati, ma non bisogna perdere tempo perché l'unione tra società dovrà essere formalizzata prima che la Regione pubblichi il bando di gara, cosa che avverrà tra circa un mese. Dunque nei prossimi giorni, stando alle condizioni date, potrebbe essere individuato il partner per partecipare ad un bando allettante: una concessione di 9 anni per un valore complessivo di 378 milioni, cioè 42 milioni all'anno da utilizzare per Irpinia e Sannio. I bus dovranno percorrere 20 milioni di chilometri ogni anno con un costo del servizio pari a 2,07 euro a chilometro.
Per ora il primo passo da fare è la scelta del partner, senza il quale l'Air rischia di non essere idonea a partecipare alla gara. Inoltre nel caso di vittoria del bando, si potrebbe approdare addirittura ad una vera e propria fusione con il partner scelto.
Insomma comincia da adesso un nuovo percorso per la società irpina che dovrà a tutti i costi aggiudicarsi il trasporto pubblico locale e continuare così ad esistere.

Condividi: