CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Enti

Alto Calore - Nuovi debiti da pagare e gli stipendi dei dipendenti tornano a rischio

Alto Calore - Nuovi debiti da pagare e gli stipendi dei dipendenti tornano a rischio

L'Alto Calore naviga ancora in acque burrascose per quanto riguarda il pagamento gli stipendi dei dipendenti. Oltre ai problemi di liquidità dovuti all'esborso di 2 milioni di euro per l'emergenza idrica, si aggiungono quelli relativi al pignoramento avanzato dall'Eni, per un cospicuo debito pregresso. Si tratterebbe di debiti accumulati in passato quando l'Eni era fornitore energetico dell'Acs: "La gestione corrente è sana, ma purtroppo, bisogna fare i conti con il deficit accumulato in passato", come fanno sapere dall'Alto Calore.
Proprio a causa del delinearsi di questa nuova situazione il fido in banca è stato bloccato e dunque l'Acs è stata costretta a bloccare a sua volta i pagamenti degli stipendi.
Tuttavia sembrerebbe che il presidente della partecipata Lello De Stefano abbia incontrato personalmente il direttore dell'istituto di credito ottenendo lo sblocco delle risorse necessarie con conseguenti pagamenti delle spettanze previsti per lunedì.
Intanto De Stefano risulta alle prese da un lato con l'Eni per chiedere una dilazione sul debito residuo che ammonta a 11,5 milioni di euro e dall'altro con le Rsu di Uiltec e Ugl che sollecitano i pagamenti degli stipendi e chiedono le dimissioni di De Stefano da amministratore delegato; mentre altre sigle sindacali cercano di seguire la strada del confonto per tentare di trovare un accordo.

Condividi: