CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Enti

Avellino - Pubblicato il bando per affidare la gestione esterna del Teatro "Gesualdo"

Avellino - Pubblicato il bando per affidare la gestione esterna del Teatro

La vicenda della gestione del Teatro "Gesualdo" di Avellino si avvia ad una soluzione. Il Comune ha pubblicato il bando di gara per trovare il soggetto che si occuperà del Massimo cittadino. Scattano così i 35 giorni di tempo per trovare il nuovo gestore della struttura.
Con il bando verrà data in concessione l'intera struttura per due stagioni artistiche per un valore di 1 milione e 673mila euro. In cambio il concessionario sarà tenuto al pagamento di un canone di 169mila e 931 euro che sarà oggetto di rialzo in sede di gara.
Inoltre, come già definito inizialmente, il gestore esterno dovrà comunque garantire al Comune la realizzazione di 5 eventi con il patrocinio gratuito nonché la continuità delle attività culturali svolte all'interno del "Gesualdo" dalle associazioni culturali del territorio e non potrà concedere alcun tipo di ingresso gratuito.
Potranno partecipare alla gara operatori economici, organizzazioni non lucrative di utilità sociale, fondazioni, enti, associazioni e cooperative attive nella gestione di teatri, sale da concerto e altre strutture artistiche. 
Prima di presentare la propria offerta, che dovrà pervenire entro e non oltre il 22 gennaio 2018, gli aspiranti manager dovranno prima effettuare un sopralluogo in sede entro il 20 dicembre prossimo. Solo dopo le verifiche potrà essere inviato il plico con la propria offerta.
Ovviamente si aggiudicherà la gara l'offerta economicamente più vantaggiosa. Vi sarà un'apposita commissione di gara che si riunirà in seduta pubblica il 25 gennaio.
L'offerta minima che potrà essere presentata dovrà contenere un progetto di almeno 35 giornate all'anno da distribuire tra attività di spettacolo rivolte al pubblico, di tipo teatrale, musicale, di danza e altre attività culturali, anche di tipo convegnistico , rivolte a specifiche categore di utenti.
Il concessionario dovrà presentare il programma definitivo degli eventi, specificando non solo gli spettacoli proposti, ma anche numeri e prezzi dei biglietti e abbonamenti, eventuali attività collaterali e giornate gratuite previste per l'utilizzo della struttura da parte del Comune.
Se per il 2018 non si riuscirà ad organizzare una rassegna con tre cartelloni come al solito, visti i tempi ristretti, per la stagione 2018/2019 l'offerente dovrà garantire una percentuale minima del 5% di giornate per ciascuna tipologia di spettacolo.
Per quanto riguarda, invece, la ricollocazione degli ex dipendenti, è stata inserita una clausola sociale che dà priorità all'impiego dei lavoratori alle "dipendenze dell'operatore uscente". Tuttavia la condizione di dipendente esclude la maggior parte degli ex lavoratori del "Carlo Gesualdo".

Condividi: