CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Enti

Avellino - Trasporto urbano: pronta la fusione tra Cti-Ati e Air

Avellino - Trasporto urbano: pronta la fusione tra Cti-Ati e Air

Nuove disposizioni per il trasporto urbano avellinese. La Cti-Ati, attualmente controllata dall’Air S.p.a. e dunque di proprietà della Regione, sarà inglobata definitivamente nell’azienda irpina che si occupa del trasporto pubblico su gomma.
In realtà questo piano di integrazione tra la Cti e l’Air, la Regione ha cominciato a portarlo avanti circa due anni fa in maniera graduale, fino ad arrivare ad oggi con l’incorporazione dell’ex Consorzio del trasporto pubblico con l’Air.
Il Cti-Ati che attualmente copre la zona di Avellino, Atripalda e Mercogliano, conta un parco autobus di 39 mezzi  e 58 dipendenti di cui 53 utilizzati nell’esercizio. 
Nonostante ci siano alcuni intoppi con Mercogliano che detiene lo 0,5% delle quote del Cti (il Comune non ha ancora deciso se cedere o meno le proprie quote all’Air), la fusione si farà ugualmente e dovrebbe chiudersi entro i prossimi 4 mesi.
Se Mercogliano decidesse di non cedere le proprie quote, con la fusione con l’Air il Comune diventerebbe automaticamente azionista di Air con una percentuale ancora più bassa.
Nel frattempo qualche taglio è stato già fatto nei mesi scorsi con la soppressione dell’amministratore unico che è stato sostituito direttamente dall’amministratore delegato dell’Air Alberto De Sio che, dunque, si occupa di entrambe le aziende.
Insomma sono in corso grandi cambiamenti tra la fusione tra Cti-Ati e Air e anche la tanto temuta possibilità che la Regione decida di cedere l’Air ad un’azienda più grande e competitiva per partecipare alla prossima gara eurpea per i servizi di trasporto pubblico.

Condividi: