CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Enti

Camera di Commercio - Coscia: "Confindustria ritiri il ricorso e cercheremo soluzioni condivise"

Camera di Commercio - Coscia:

Continuano le polemiche in seno alla Camera di Commercio, soprattutto contro la candidatura e conseguente vittoria di Oreste La Stella. Una situazione critica in quanto  causa delle spaccature interne, non si riesce a trovare il giusto equilibrio per affrontare la votazione del bilancio dell'ente. 
L'obiettivo principale, dunque, appare quello di trovare un accordo con l'attuale numero uno della Camera di Commercio per far passare il bilancio ed evitare il commissariamento, così come sostenuto da Salvatore Loffreda direttore di Coldiretti.
Anche il presidente dell'Unione Industriale Irpina Basso ha proposto di mettere da parte gli scontri e favorire la nascita di nuove larghe intese per intraprendere la fusione dell'ente camerale irpino con quello sannita e successivamente, se possibile, con quello di Salerno.
A tal proposito si è espresso Ciriaco Coscia Presidente Provinciale della CNA che prende le distanze anche dal ricorso presentato da Confindustria contro l'eleggibilità di La Stella:
"La proposta di Basso, Presidente dell’Unione Industriale Irpina di riaprire il confronto sulla direzione della Camera di Commercio, coglie un problema vero: quello della esigenza di lasciarci alle spalle una fase di scontri tra le associazioni imprenditoriali che non è utile a costruire, nel momento difficile della vita della Camera di Commercio, il percorso più autorevole verso la sua ristrutturazione e non è utile soprattutto a dare voce unitaria alle esigenze degli imprenditori in un momento in cui sulla loro testa rischiano di essere assunte decisioni di grande effetto per l’avvenire.
Essa appare essere in qualche modo tardiva; se Confindustria non si fosse incaponita sul nome del suo candidato, allo scontro duro non ci saremmo arrivati.
Ma rischia anche di apparire strumentale: non si chiede una ripresa di rapporti senza pregiudiziali sul destino della Camera tenendo sul tavolo la pistola puntata del ricorso al Tar. Sono due atteggiamenti inconciliabili.
Dia prova Confindustria di senso di responsabilità facendo la sua parte, disarmando lo scontro attraverso il ritiro del ricorso e non mancherà la piena disponibilità nostra per ricercare soluzioni condivise, non escluse quelle indicate da Basso, pur di garantire al governo della Camera il più ampio consenso possibile da parte delle associazioni, nell’interesse delle imprese irpine".

Condividi: