CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Enti

Emergenza idrica e depurazione - Disco verde dall'Eic per il piano dell'Alto Calore

Emergenza idrica e depurazione - Disco verde dall'Eic per il piano dell'Alto Calore

Summit all'Ente idrico campano di Napoli per discutetre di emergenza idrica in Irpinia e Sannio. Presenti il presidente dell'Eic Luca Mascolo, il direttore generale Vincenzo Belgiorno, la responsabile del settore relativo al Ciclo delle Acque della Regione Maria Salerno, il presidente dell'Acs Lello De Stefano, il commissario dell'Ato Calore Irpino Giovanni Colucci e Floriano Panza, nuovo coordinatore del Consiglio Idrico di Distretto Irpinia-Sannio.
Un incontro importante per l'Irpinia in cui si è discusso di emergenza idrica, ma anche di depurazione, servizi fognari e più in generale di tutela ambientale. Da parte sua l'Alto Calore è riuscito ad ottenere la proroga dei finanziamenti Cipe per il completamento degli impianti di depurazione comprensoriale di Rotondi, per 3,5 milioni di euro, Partenio-Alta Valle del Sabato (5,9 milioni), Torrente Fenestrelle (2,805 milioni) e sui collettori fognari a servizio dei comuni di Santa Lucia di Serino, Cesinali, San Michele di Serino, Santo Stefano del Sole e Serino per 1,580 milioni di euro.
Si tratta di opere del valore di 13 milioni e 785mila euro che risultano bloccate di un'infrazione superata solo nel 2017 e legata a precedenti lavori di ampliamento completati oltre 10 anni fa, causando notevoli ritardi per il conseguimento della valutazione d'impatto ambientale.
Per quanto riguarda l'emergenza idrica è stato deciso che i progetti esecutivi ed immediatamente appaltabili saranno gestitti direttamente dall'Alto Calore. Si tratta di lavori già resi noti nei mesi scorsi, come il campo pozzi a Montoro e una seconda pompa ad Aterrana per recuperare altri 90 litri di acqua al secondo, la sostituzione della condotta adduttrice che collega Montella al sistema acquedottistico dell'Acs, il pozzo di Sirignano, e le nuove condotte nei comuni di Mercogliano, Monteforte, Mugnano, Ospedaletto, Summonte e Sant'Angelo a Scala.

Condividi: