CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Enti

Emergenza idrica - Nuovo piano dell'Eic per correre ai ripari

Emergenza idrica - Nuovo piano dell'Eic per correre ai ripari

Si torna a parlare di emergenza idrica in Campania e in Irpinia. In particolare l'Ente idrico Campano sta mettendo a punto un percorso per risolvere i problemi strutturali delle reti acquedottistiche della Campania, puntando anche ad opere strategiche, che verrà presentato il prossimo 5 marzo.
Come spiegato dal presidente del Consiglio del Distretto idrico Irpino-Sannita, Giovanni Colucci, le opere strategiche "sono quelle inserite nel Piano d'Ambito 2012, adeguatamente rivedute e aggiornate in base alle nuove esigenze".
Uno degli obiettivi per evitare problemi idrici durante la stagione estiva, è quello di intervenire sull'adduttrice che collegherebbe la diga di Conza della Campania con Torella dei Lombardi, facendo entrare una grande disponibilità di acqua nel sistema dell'Alto Calore. Un'altra soluzione sarebbe l'intervento sulla diga di Campolattaro nel beneventano per evitare carenze d'acqua in estate. Si tratta di interventi strategici che, tuttavia, richiederanno uno o due anni di lavori.
Invece, gli interventi che servono a scongiurare l'emergenza idrica legata anche alla condizione delle reti idriche campane potranno essere realizzati nel giro di due o tre mesi.
Per avere un quadro più chiaro della situazione l'Eic si riunirà domani mattina, così da visionare le schede tecniche a disposizione edecidere come meglio procedere. 
Dopo l'incontro di domani si potrà avviare un confronto con Arera, la nuova Autorità di Regolazione Energia Reti ed Ambiente. Nella prima fase di interventi si avrà uno stanziamento di 250 milioni di euro, ma in generale saranno messi a disposizioni diversi miliardi per contrastare l'emergenza idrica nelle singole aree territoriali della regione.

Condividi: