CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Enti

Mastrominico avvia il percorso verso la Consulta dei diversamente abili

Mastrominico avvia il percorso verso la Consulta dei diversamente abili

Avellino- L’Amministrazione provinciale di Avellino, retta da Cosimo Sibilia, attraverso l’assessorato per le politiche di integrazione e sostegno alla diversa abilità, ha trasmesso ai sindaci della provincia l’invito a verificare la presenza nel loro territorio di competenza di associazioni senza scopo di lucro, operanti nel settore dell’handicap, che siano interessate all’iscrizione alla Consulta provinciale delle diverse abilità e alla successiva partecipazione alle attività di voto per l’ elezione del presidente.

“La nostra provincia sarà la prima in Campania ad essersi dotata dalla importante struttura – commenta l’assessore Ermelinda Mastrominico – a dimostrazione della sensibilità concreta che questa Amministrazione avverte nei confronti delle persone che vivono in una condizione di disagio. Avere una Consulta ben radicata su tutto il nostro territorio rappresenta il vero punto di forza per la Provincia che attraverso l’organismo viene a conoscenza delle reali esigenze manifestate dai diversamente abili ed è, quindi, posta nelle condizioni di agire in modo più specifico e funzionale. Per questo invitiamo i sindaci a collaborare con noi”. La richiesta di istituzione dell’organismo è partita dai territori, che hanno evidenziato la necessità e l’opportunità di costituire la Consulta come struttura consultiva di rappresentanza dei bisogni delle persone diversamente abili, soprattutto in termini di servizi. L’organismo  si occupa di formulare pareri in merito alla redazione, da parte della Provincia, di programmi di promozione e di tutela dei diritti delle persone affette da handicap; promuovere e controllare l’applicazione della normativa vigente, nazionale, regionale e locale; proporre, nei limiti di competenza della Provincia, i provvedimenti necessari a rendere più efficace l’azione nel settore dell’handicap. A chiusura del termine per manifestare l’interesse, sarà redatto l’elenco delle associazioni che hanno presentato domanda e che, svolte le opportune verifiche, andranno a far parte dell’elettorato attivo e passivo per il compimento degli atti successivi. I settori tematici delle attività prevalenti delle associazioni sono: sofferenti mentali; disabili motori; disabili sensoriali; disabili intellettivi e relazionali; malattie autoimmuni, invalidanti e rare; attività di assistenza. Tutte le associazioni saranno invitate a partecipare ad un incontro, che si terrà presumibilmente a fine agosto, per dare seguito all’elezione del presidente.

Condividi: