CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Enti

"Progetto salute 2011" fa tappa ad Atripalda: 2 giorni all'insegna della prevenzione

Sabato 24 e domenica 25 settembre, dalle ore 9.00 alle 13.00, in piazza Umberto I ad Atripalda approderà “Progetto Salute 2011”, la campagna itinerante di prevenzione e informazione predisposta dall’Asl Avellino in collaborazione con l’Azienda Ospedaliera Moscati e l’Associazione di volontariato House Hospital onlus.
Il progetto, giunto alla tredicesima tappa, si pone l’obiettivo di accrescere la sensibilità della popolazione nei confronti della salvaguardia della salute e della diagnosi precoce di patologie ad alto impatto sociale, e di incoraggiare e promuovere sane e corrette abitudini di vita. Gli Hospital Car, camper tecnologicamente all’avanguardia, hanno già toccato i Comuni di Montecalvo Irpino, Altavilla Irpina, Montella, Mugnano del Cardinale, Mirabella Eclano, Montoro Inferiore, Grottaminarda, Vallata, Ariano Irpino, Calitri, Cervinara e Lauro, dove migliaia di persone hanno avuto la possibilità di sottoporsi a esami e a visite specialistiche gratuiti.
Nello specifico, i cittadini potranno servirsi della professionalità di medici e infermieri e sottoporsi gratuitamente a visita dermatologica per la prevenzione e la diagnosi precoce del melanoma; visita endocrinologica ed ecografia della tiroide; visita cardiovascolare, carta dei rischi vascolari e glicemia, Ecg ed ecocardiogramma; visita senologica ed ecografia mammaria per la popolazione femminile di età compresa tra i 25 e i 45 anni; visita urologica ed ecografia per la prevenzione della patologie prostaiche.
Ad Atripalda con “Progetto Salute 2011” saranno presenti tra gli altri Sergio Florio, commissario straordinario dell’Asl Avellino e la direttrice del Distretto sanitario di Atripalda Anna Maria Strollo.
 “Progetto Salute 2011” è patrocinato dall’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli, dall’Associazione Italiana di Oncologia Medica (Aiom), dall’Associazione Malati Endocrini Irpina (AmeIr), dal Senato della Repubblica e dalla Camera dei Deputati.

Condividi: