CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Enti

Tagli corse Air, Molti paesi ormai vicini all’isolamento

Tagli corse Air, Molti paesi ormai vicini all’isolamento

 “Lascia l’auto a casa, al resto pensiamo noi”, recita uno slogan che campeggia sul retro di molti pullman Air. Dopo i tagli alle corse a seguito della riduzione dei fondi operata da Regione e Provincia, seguendo il consiglio, pubblicitario per carità, dell’azienda irpina il rischio di rimanere a piedi è davvero altissimo. Alcuni paesi della nostra provincia, dopo le 14, sono completamente isolati e senza collegamenti. Non solo con il capoluogo, ma nemmeno con centri comunque importanti.
Avendo a riferimento il sito dell’azienda di trasporti irpina e il suo servizio orari, è facile ottenere una fotografia di come i pendolari sono stati costretti a  stravolgere le proprie abitudini, i rispettivi orari di lavoro, per chi può cambiarli, e preclusioni a cui sono costretti per l’esiguo numero, in mattinata, delle corse e per la completa inesistenza delle stesse a fine giornata. Nessun paese dell’entroterra è stato risparmiato dai disagi, ma su alcuni, il cui numero era già ridotto, i tagli hanno rappresentato un accanimento inaccettabile. Alcuni esempi. Scampitella, paese ai confini con la Puglia, si è visto tagliare tutte le corse del pomeriggio, alcune vitali per studenti e lavoratori. Eliminata anche quella in partenza alle 19 da Grottaminarda che, percorrendo i paesi della Baronia, riportava a casa i lavoratori ed i ragazzi che frequentavano corsi supplementari a scuola: ora chi usava questa opzione è costretta ad arrangiarsi. Stessi disagi, se non peggio, a nord e a sud della nostra provincia. Da Avellino per Casalbore c’è una sola corsa, che parte alle 10:45 e arriva alle 14:15. Per Calabritto ci sono solo due partenze, alle 11:30 e alle 14:10, amen. 
Rispetto a questa condizione fa riflettere la lettura di un estratto del comunicato, datato 5 ottobre 2011  diramato dall’assessore provinciale ai trasporti Generoso Cusano, a seguito di un vertice con aziende e rappresentanze sindacali: “Con tali decisioni,  su cui si è giunti unitariamente,  si scongiurerà qualsiasi disagio paventato per cittadini e lavoratori”; forse un po’ di prudenza in futuro sarà sicuramente più rispettosa dei cittadini che utilizzano i pullman Air per motivi di studio e di lavoro pagando tariffe sempre più alte. E da gennaio 2012 i biglietti continueranno ad aumentare.

Condividi: