CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Enti

Teatro Gesualdo - Contratti scaduti per le maestranze: la beffa del Comune

Teatro Gesualdo - Contratti scaduti per le maestranze: la beffa del Comune

Colpo di scena al Teatro Carlo Gesualdo per quanto riguarda l'attuale situazione delle maestranze del Massimo cittadino. Gli addetti impiegati nel Teatro, dopo 22 mesi di lavoro senza stipendio, sono venuti a conoscenza attraverso una pec del commissario liquidatore Chiuzzi del "Gesualdo" che i contratti in scadenza il prossimo 31 dicembre, in realtà, sono cessati a decorrere dallo scorso 31 agosto. Il Comune ha completamente disatteso quanto deliberato in Consiglio, ossia la volontà di salvaguardare, rinnovare e proseguire nella fase di liquidazione,  i contratti in essere fino alla loro naturale scadenza.
Così non è stato e questo vuol dire che fino ad ora i lavoratori hanno continuato le proprie mansioni senza stipendi inutilmente, nella speranza di un riscontro positivo da parte del Comune. Dopo il danno anche la beffa è il caso di dire.
Come spiegato dai lavoratori: "Non avremo più alcun rapporto lavorativo con il Comune e, l'unica garanzia verbale che ci è stata fornita, si limiterà ad inserire come clausola in ogni accordo che sarà stipulato con chiunque vorrà utilizzare il Teatro, di pescare tra le vecchie maestranze per le prestazioni d'opera necessarie".
Insomma nessuna certezza per il futuro con un contratto scaduto all'insaputa delle maestranze. L'unica speranza per avere almeno parte delle spettanze arretrate è quella di aspettare il parere del commissario liquidatore che entro i primi quindici giorni di ottobre potrà presentare un piano di rientro: "Ho chiesto al commissario liquidatore di versare, immediatamente dopo il piano di rientro, un anticipo rispetto all'intero importo delle spettanze", ha spiegato il vice sindaco Iaverone.

Condividi: