CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Enti

Todisco presenta un'interrogazione sulla gestione del Gal Partenio, Beatrice: "Campagna diffamatoria"

Todisco presenta un'interrogazione sulla gestione del Gal Partenio, Beatrice:

Il Consigliere regionale di Articolo Uno Francesco Todisco, sulla scorta di un esposto in Procura pervenuto allo stesso consigliere, ha presentato e depositato presso gli uffici del protocollo della Regione Campania un'interrogazione  a risposta scritta indirizzata al Governatore Vincenzo De Luca. Un documento che muove precise accuse nei confronti del Gal Partenio riguardo "lo snaturamento totale delle funzioni del Gal e distrazione clientelare dei fondi pubblici che sarebbero stati interamente piegati a soddisfare gli appetiti dei suoi amministratori, di loro amici e parenti, delle strutture private che sono azioniste del Gal stesso, e persino, forse, di qualche funzionario regionale preposto alla sorveglianza".
Accuse che vanno ad indagare sulla gestione e la regolarità di spesa del Gal Partenio, ma che hanno come obiettivo la richiesta di trasparenza sulla gestione di tutti i Gruppi di Azione Locale. "Regolamentare i finanziamenti destinati ai Gal con misure inequivocabili che possano renderne più efficiente e trasparente il funzionamento", è stata la richiesta del consigliere Todisco.
Il timore espresso dal consigliere regionale, sulla base delle informazioni riportate nell'esposto presentato in Procura, è che il Gal Partenio possa aver "utilizzato risorse destinate allo sviluppo del territorio per altri scopi". Per tale motivo ha chiesto un intervento immediato da parte del Governatore De Luca per verificare la correttezza delle procedure e per attivare delle misure che possano mettere ordine nella gestione dei Gal.
Pronta è stata la risposta del presidente Luca Beatrice che attraverso una nota stampa ha dichiarato con forza: "Apprendo dagli organi di stampa che Francesco Todisco è intervenuto su questioni relative al Gal Partenio, senza cognizione di causa. Intendo solo sottolineare che le procedure seguite dai Gal ordinariamente sono sottoposte a verifica da parte degli organi regionali preposti e mai sono stati fatti rilievi all’operato del Gal Partenio. Rispetto alle notizie false e tendenziose riportate, chi ha avviato questa campagna di discredito se ne assumerà la responsabilità".

Condividi: