CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Eventi

Gli allievi della Prospect Theater Company di New York in visita nella città del Principe Madrigalista

Gli allievi della Prospect Theater Company di New York in visita nella città del Principe Madrigalista

    La Compagnia del Teatro musicale di New York, diretta da Cara Loelle Reichel, approda in Irpinia. A Gesualdo dallo scorso lunedì, gli allievi della ProspectTheater Company hanno avuto l’opportunità di visitare il castello e di esercitarsi nei locali comunali di via Antonio D’Errico. Ispirati dall’atmosfera carica di storia del paese in cui visse il Principe madrigalista Carlo Gesualdo, i ragazzi hanno chiesto di tornare il prossimo anno per partecipare a seminari di studi e per potersi esibire in un musical. L’idea è quella di stringere un accordo con la Princeton University, dove Cara insegna, per consentire ai giovani allievi di seguire a Gesualdo dei workshop sulla recitazione e sulle tecniche vocali.

«Vi ringrazio per l’onore e per la gioia che ci date, soprattutto in considerazione del fatto che siete dei giovani in gamba che pensano di affrontare la vita con entusiasmo»ha detto il Sindaco di Gesualdo Edgardo Pesiri durante il saluto che hanno ricevuto sulla casa comunale, nel primo pomeriggio di ieri. «Unitamente a voi, a nome mio e dell’Amministrazione di Gesualdo, ringrazio Raffaele Pietropaolo che è stato l’autore di questo incontro - ha continuato il primo cittadino -.  Mi auguro che, partendo, portiate con voi un bel ricordo delle bellezze e delle cose positive, concrete, di questo paese. Spero di rivedervi qui il prossimo anno per crescere insieme, nella concretezza delle idee». 

A seguire Cara Reichel e i suoi allievi hanno ricevuto anche il saluto del vicesindaco di Gesualdo Gianfranco Bianco nel palazzo Pisapia, prima dell’evento su Fabrizio De André organizzato dall’associazione “Insieme Veritas”. Nel momento musicale a loro riservato, i ragazzi hanno cantato brani scritti da loro, tra cui uno composto durante la settimana a Gesualdo.

 


«Crediamo molto nel turismo culturale - ha precisato il vicesindaco -. Questa sarà una grande concreta opportunità, in completa sinergia anche con le realtà imprenditoriali del posto».  «Il nostro territorio continua ad essere fonte di  ispirazioni, tanto è vero che gli studenti americani hanno scritto una canzone durante la loro permanenza» ha aggiunto Gianfranco Bianco che è anche assessore con delega al Turismo. 

 

Domani i ragazzi ritorneranno in America, carichi di tutte le esperienze fatte in Irpinia anche grazie all’accoglienza e all’organizzazione a loro riservata da NicolasVerderosa, l’ideatore della start-up “eiTravel”, dedicata agli studenti liceali e universitari, che consente scambi culturali tra l’Irpinia e l’estero.

Condividi: