CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Lavoro

Cisl Fp "Nessun accordo per i dipendenti del Comune di Avellino sul contratto."

Il segretario Santacroce "Chiediamo l'intervento di Galasso"

Cisl Fp

"Nella riunione di contrattazione tenuta ieri presso il Comune di Avellino, non si è raggiunto alcun accordo con la parte pubblica anche a causa della poca chiarezza sull’utilizzo, da parte dell’Amministrazione, degli istituti contrattuali." E' quanto riferisce il Segretario Provinciale CISL FP Avellino Antonio Santacroce.
"Ci ritroviamo perciò- ha continuato- dopo nove mesi dall’inizio dell’anno, a non avere contezza di come la dirigenza del Comune abbia programmato, speso e pagato il salario accessorio atteso che, ancora oggi, non c’è stato un confronto sulla macro e sulla micro struttura dell’Ente. A tali inadempienze se si unisce la mancanza di risorse per l’integrazione a carico dell’Amministrazione del fondo dei dipendenti, appare chiaro che gli obblighi di accordo tra le parti vengono costantemente disattesi e rimandati.
La ricerca di un confronto che coniugasse la meritocrazia con la resa di prestazioni adeguate è risultato fallimentare allorquando abbiamo dovuto prendere atto che nessuna intesa è allo stato possibile in assenza di un forte impegno da parte della politica ed è per questo che abbiamo chiesto un incontro urgente al Sindaco Galasso perché gli impegni assunti verso i dipendenti vengano rispettati.
La Segreteria Provinciale e Aziendale, unitamente alla RSU della CISL FP, intende perciò, pur nel rispetto dei ruoli, continuare nell’azione trasparente e di rispetto dei vigenti contratti perché la tutela del salario accessorio per i dipendenti e la condivisione di criteri e regolamenti in linea con le norme in vigore, sono e rimangono punti cardini della nostra azione.
Il blocco dei contratti nazionali e del TFR per i dipendenti pubblici hanno creato già grandi difficoltà per le famiglie perciò vigilare affinché le risorse economiche in capo alla contrattazione vengono utilizzate dalle amministrazioni con la dovuta parsimonia in linea con la definizione di criteri oggettivi di misurazione della professionalità rimane in capo alle Organizzazioni Sindacali.
Atteso che non siamo più intenzionati a siglare contratti – ha concluso  il Segretario Provinciale Antonio Santacroce- a consuntivo di uno speso non verificabile e documentato, abbiamo diffidato l’’amministrazione dall’utilizzo, per i prossimi mesi, degli istituti contrattuali finché le risposte che attendiamo da mesi ci vengano rese anche in merito al futuro dei lavoratori precari prossimi alla scadenza "

Condividi: