CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Lavoro

Fantoni non fa retromarcia: al Mise non si sblocca la vertenza Novolegno

Fantoni non fa retromarcia: al Mise  non si sblocca la vertenza Novolegno

Il gruppo Fantoni non recede e conferma la decisione relativa alla chiusura della Novolegno. Al Mise davanti a Giorgio Sorial vice capo di gabinetto del Ministro Di Maio, il consigliere di amministrazione del gruppo Fantoni, Giorgio Barzazi dopo oltre due ore di confronto, conferma la chiusura. Non ha sortito gli effetti sperati l'attesa riunione che ha visto la folta delegazione irpina ritornare a mani vuote dal viaggio romano. Al Mise, erano presenti per tutelare i 117 dipendenti dello stabilimento di Arcella, i sindacati di categoria, la senatrice Pallini, il sindaco di Montefredane Valentino Tropeano, il consigliere regionale Francesco Todisco, per la Confindustria Ventre e il direttore dell'azienda Giuseppe Pitton. 

Azienda irremovibile e senza percorsi alternativi da parte del braccio destro di Fantoni. Non demordono invece i rappresentanti di categoria e il primo cittadino di Montefredane che ritengono la partita non chiusa. Ed intanto Giorgio Sorial ha ritenuto di tenere ancora aperto il tavolo della contrattazione, convocando per gli inizi di aprile i vari interlocutori della vertenza che continua ad alimentare rabbia e preoccupazioni per le famiglie dei 117 dipendenti dello stabilimento.

Condividi: