CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Lavoro

Industria Italiana Autobus - Incontro inconcludente al Mise: lavoratori e sindacati sul piede di guerra

Industria Italiana Autobus - Incontro inconcludente al Mise: lavoratori e sindacati sul piede di guerra

Nuovi intoppi sulla vertenza dell’Industria Italiana Autobus che hanno generato delusione, ma soprattutto  rabbia tra i lavoratori e i rappresentanti sindacali. Il confronto presso il Mise a Roma non ha portato nulla di buono, anzi una nuova brutta notizia: il vice ministro allo sviluppo economico Teresa Bellanova ha ribadito l’impossibilità del Governo di incidere sulle gare per l’acquisto di nuovi autobus. Inizialmente era stato annunciato, soprattutto dal presidente Del Rosso, che ci sarebbero state delle premialità per le aziende che producono sul territorio italiano, ma ora la musica sembra essere cambiata e si rischia di ritornare al punto iniziale della vertenza senza nessuna garanzia.
Una notizia inaspettata e deludente poiché le nuove commesse sono l’unica possibilità per la fabbrica di Flumeri di andare avanti con la produzione. Da qui è scattato immediatamente l’annuncio dei lavoratori di riprendere la mobilitazione per portare la vicenda all’attenzione del Presidente del Consiglio.
Da parte sua il viceministro ha già annunciato che ci sarà un nuovo incontro in Ministero per la fine di giugno, ma i lavoratori, sia irpini che bolognesi, non hanno intenzione di aspettare oltre e quindi si muoveranno per avere maggiori chiarimenti e garanzie.
Una volontà, quella di portare la vertenza a Palazzo Chigi, espressa dai lavoratori in un documento scritto a mano, infuriati perché il Governo preferisce acquistare autobus prodotti in Polonia o Turchia dove il costo della manodopera è più bassa, piuttosto che comprare dalle aziende italiane, in particolare quelle irpina e bolognese e sostenere così l’economia locale.

Condividi: