CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Lavoro

Ocm - Gli operai protestano in strada in attesa dell'incontro in Prefettura

Ocm - Gli operai protestano in strada in attesa dell'incontro in Prefettura

I lavoratori della ex Ocevi Sud di Nusco sono pronti a dare battaglia per scongiurare i licenziamenti annunciati e difendere il proprio posto di lavoro.
Proprio ieri una delegazione dei 98 operai dell’Ocm ha accolto con striscioni e urla di protesta il presidente di Confindustria Avellino Sabino Basso davanti all’auditorium della BEPER dove era previsto il convegno con il presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione Raffaele Cantone.
L’intento era quello di chiedere l’aiuto a Basso, affinché possa mettere fine all’incubo dei licenziamenti.
Il Gruppo Cellino ha chiuso l’azienda e trasferito la produzione all’estero, ma gli operai non hanno alcuna intenzione di arrendersi e da giorni presidiano lo stabilimento.
Basso si è mostrato disponibile ad intervenire anche per allargare la cassa integrazione: “Mi attiverò per contattare il neo ministro Carlo Calenda per tentare di trovare una soluzione così come fatto con l’ex Irisbus”.
Nel frattempo questa mattina gli operai insieme ai sindacati si preparano a partecipare all’incontro in Prefettura. Una carovana di lavoratori e rappresentanti sindacali che stanno facendo sentire la propria voce per le vie della città con fischietti, striscioni e slogan molto eloquenti: “Gli imprenditori giocano, gli operai pagano” oppure "Dietro ogni matricola ci sta una famiglia".
Tutti si aspettano tanto da questo incontro, soprattutto per capire cosa ne sarà del futuro di questi 98 operai che da due mesi sono stati abbandonati dai proprietari dell’azienda che li ha lasciati senza stipendio e senza speranze.

Condividi: