CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Lavoro

Trasporto pubblico vicino al collasso: Il 20 otto ore di sciopero

Trasporto pubblico vicino al collasso: Il 20 otto ore di sciopero

Attesa per il prossimo vertice in Regione con imprese e sindacati sulle possibili soluzioni alla crisi del settore trasporti campano che coinvolge migliaia di lavoratori.
Manca ancora un piano organico di settore, la regione aspetta la Manovra nazionale, sulla quale in queste ore verrà posta la questione di fiducia e la relativa approvazione. Lo scenario più probabile pare essere quello del ricorso massiccio ad ammortizzatori sociali che possono accompagnare i lavoratori verso una ricollocazione. Le risorse dovrebbero arrivare dall’ormai famigerato Fondo per le aree sottoutilizzate che il Governo tarda a sbloccare, stesso destino per i 170 milioni di copertura del servizio regionale di Trenitalia. Le 15 aziende pubbliche e le 125 private del settore, che insieme danno lavoro a 13.800 persone e in questi anni hanno accumulato debiti per 500 milioni di euro, dall’inizio del 2011 hanno risposto con un incremento del 10% del costo dei biglietti, tagli fino al 30% alle corse su gomma e piani di riorganizzazione del personale.
La Regione, attraverso l’assessore ai Trasporti Sergio Vetrella, denuncia che se il governo nazionale non interviene con nuove risorse, il rischio di portare al fallimento le aziende interessate rischia di diventare sempre più concreto. Il paradosso è nel mercato. La domanda di trasporto pubblico locale cresce, ma l’offerta si assottiglia sempre di più, creando le condizioni, soprattutto nella nostra provincia, di isolamento per i piccoli comuni delle zone interne che si vedono tagliare i, fondamentali, collegamenti con i grandi centri. Intanto i sindacati annunciano per il 20 settembre otto ore di sciopero.

Condividi: