CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Rubriche

Giornata della Memoria. Picariello racconta Palatucci

Giornata della Memoria. Picariello racconta Palatucci

Sant’Angelo dei Lombardi – Il Presidio del libro Alta Irpinia e l’Istituto Criscuoli celebrano il mese della memoria. Lo hanno fatto oggi attraverso le parole di Angelo Picariello, giornalista avellinese dell’Avvenire. Picariello è autore del testo ” Capuozzo, accontenta questo ragazzo”, storia di un nostro illustre conterraneo: Giovanni Palatucci. Nato a Montella nel 1909, poliziotto per vocazione, Palatucci fu inviato a Fiume come reggente. ” E’ qui conobbe l’orrore delle leggi razziali e l’impatto che avevano sulle popolazioni, in particolar modo su quelle ebraiche- ha spiegato il giornalista- decise allora di intervenire contravvenendo agli ordini e attirando a se anche i suoi colleghi, convincendoli che salvare quella gente, andava contro le regole ma era la cosa giusta da fare”. Una figura molto particolare quella del montellese, affrontata e descritta dal giornalista irpino da nuovi ed inediti punti di vista: “Ho preferito concentrare l’attenzione sulla formazione culturale, l’impegno sociale e religioso del Palatucci. La figura della Chiesa giocò un ruolo chiave nella sua storia ed era necessario sottolinearla”. Non è noto quanti ebrei abbia salvato Palatucci, si parla di circa 5.000 persone fatte scappare ricorrendo ai più disparati escamotage. Curioso è il titolo, chi è il Capuozzo al quale fa riferimento è presto rivelato” Quello del titolo è il padre di Tony Capuozzo, inviato del Tg5, Palatucci affidò a lui il destino di un giovane che stava per essere deportato attraverso un bigliettino passatogli di nascosto dalle guardie, con su scritto appunto “Capuozzo, accontenta questo ragazzo“.

Condividi: