CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Rubriche

Il Presidio del libro dell’Alta Irpinia presenta Stefano Ventura: incontro tra memoria, letteratura e gastronomia

 Il Presidio del libro dell’Alta Irpinia presenta Stefano Ventura: incontro tra memoria, letteratura e gastronomia

Organizzato dal Presidio del Libro Alta Irpinia è stato presentato il  lavoro del giovane scrittore Stefano Ventura,   “Non sembrava Novembre quella sera”, un’intensa ricostruzione del sisma del 1980 fatta da chi, ai tempi non era ancora nato ma che ha vissuto nei racconti e nelle testimonianze il dolore e gli episodi di quel tragico giorno. Stefano, originario di Teora, ha raccolto i ricordi di chi c’era ricostruendo quei minuti con estrema minuziosità. C’è l’intervista ad uno studente, ad una giovane donna, un professore ognuno dei quali, incredibilmente, ricorda ogni dettaglio di quella sera, cosa faceva, con chi era, addirittura cosa stava pensando. Ventura è stato ospite dell’Istituto Criscuoli nella mattina del 4 febbraio e del Circolo Millennium Acli nel pomeriggio del 5. Nel secondo incontro i responsabili del Presidio hanno sperimentato un nuovo modo di concepire la presentazione  con l’idea di unire la gastronomia, dunque la valorizzazione delle eccellenze del territorio, e la presentazione del testo. Gli invitati, in questo caso gli iscritti del circolo, si sono trovati ad argomentare intorno al tema del libro in un clima reso conviviale dalla degustazione “ Unire gastronomia e letteratura è una novità avanzata  dai Presidi – hanno spiegato  i responsabili- l’esperimento è stato fatto per la prima volta in Puglia, la “patria natìa” dei Presidi dove le vecchie masserie furono trasformate in veri e proprio circoli culturali nei quali incontrarsi e discutere intorno ad un argomento usando talvolta un libro come pretesto”. Il presidio del libro dell’Alta Irpinia è pronto a bissare l’evento proponendo di volta in volta nuove argomentazioni e prodotti locali diversi.

Condividi: