CERCA

Fondazione Officina Solidale Onlus
Sport

In attesa di Siena Air batte Sassari 92 a 87

  In attesa di Siena Air batte Sassari 92 a 87

Punti importanti per la Scandone in vista della corsa play-off

Si entra nel vivo e ogni punto è prezioso e valido per la conquista dei play off: la Scandone c’è anche contro il Sassari e la vittoria serve a caricare il morale in vista della sfida impossibile con Siena della prossima settimana. Un primo tempo stellare per gli uomini di Vitucci che, come al solito, subiscono un calo negli ultimo due quarti che quasi rimetteva in gioco gli avversari.

PRIMO QUARTO


Partenza shock per la Dinamo che con White fallisce ben due volte da tre con la palla che non tocca nemmeno il ferro, ovvio approfittarne dunque e con cinque attacchi su sei concretizzati da Green, Jhonson e Lauwers la Scandone prende in mano le redini della partita. Salgono in cattedra in questa prima fase anche Thomas e Szewczyk che allungano. Sono Diener e White a sbloccare il risultato per i sardi portando il risultato sull’11-4. Lauwers mette la tripla e costringe il coach Sacchetti a chiamate time out (14-4), la squadra non rientra certamente più attenta e subisce ancora una volta il gioco di Avellino che con Green sposta a 12 i punti in più della Scandone.Hunter e White solo gli unici a macinare gioco per gli ospiti mentre Jhonson mette i liberi e chiude il primo quarto sul 28 a 14 per i padroni di casa.

SECONDO QUARTO


Sacchetti aggiusta la difesa, anche l’attacco pare funzionare meglio e Sassari comincia a macinare gioco, sfortunatamente ad Avellino le cose continuano ad andare bene e lo dimostrano i dieci punti in due di Cortese e Lauwers. La partita scorre veloce mentre Tsaldaris fa registrare la prima tripla (40- 25). Lauwers subisce il fallo dalla linea lontana, tre liberi concessi e altrettanti messi a segno portano i padroni di casa sul 43 a 25. Thomas metta la sua firma sul +20, Sassari tenta la rimonta con i soliti Diener e White (48-33). All’intervallo lungo si va sul punteggio di 50-33 per gli uomini di Vitucci.

TERZO QUARTO

La rimonta Sassari porta la firma di Hunter e Plisnic che mettono a segno un mini break di 5 punti a zero. Thomas e Jhonson rispondono steccando i tiri che si stampano sul ferro. Vitucci chiama tempo memore dei cali di concentrazione dei quali è spesso vittima la sua squadra. Si rientra e Plisnic pare aver scaldato il tiro dalla lunga distanza, così è e segna il 50-40 per la Dinamo. Gli risponde Green seguito a ruota da Lauwers che mette la tripla (56-45). La rimonta sarda è guidata da Hunter e Plisnic (58-50) assistiti da White portano la propria squadra sul -5. Punteggio 60-65 ma ci pensa Lauwers ad allungare scoccando la tripla, spazio per Diener intanto che mette a canestro così come Green che non si fa pregare e segna dalla lunga distanza. Time out per Sacchetti, alla ripresa c’è tempo per il tiro di plisnic che porta le due squadre all’ultimo quarto sul punteggio di 70-64

ULTIMO QUARTO

L’ultimo parziale da spazio a Spinelli con Green che si accomoda in panca per rifiatare. Quattro punti di fila intanto per Jhonson e Szewczyk costretti a gestire una Dinamo Sassari che sotto di 6pt continua a provarci. Thomas spezza le speranze mettendo prima il tiro, subendo poi il fallo e concludendo con i due punti dalla lunetta (79-70). L’Air gioca a zona quando la stoppata di Jhonson su White da capire che questi punti sono troppo importanti per permettere agli avversari di compiere la rimonta. Lo sa anche Lauwers che impone il suo gioco da tre . Tsaldaris, White e Hunter ci credono comunque e cercano di tenere in piedi Sassari che però continua a subire la trance agonistica di Lauwers. Time out per Sacchetti. Si rietra con la tripla di Plisnic ( 84-79) mentre la premiata ditta Jhonson- Szewczyk segna 4 punti di fila (88-79). White e Plisnic mettono una tripla ciascuno ma ormai è troppo tardi e la soppata di Thomas su Diener lo dimostra pienamente. Air Avellino batte Dinamo Sassari per 92 a 87, ottima vittoria in attesa della corazzata Montepaschi.

Condividi: